corso

Denominazione ufficiale dell'insegnamento
Transmedia studies - Laboratori di analisi dell'immaginario e dello storytelling

Settore scientifico disciplinare : SPS/08

Numero di crediti :9

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Lunedì, 26 Settembre, 2016

Docenti:
Collaboratori:
Semestre : 1° semestre
Iscrizione al corso : Open
Obiettivi formativi:

Il Corso si basa sull'analisi dell'evoluzione delle forme e delle strutture narrative tra moderno e postmoderno, con particolare attenzione all'architettura dell'immaginario, alle figure archetipiche di riferimento e alla crisi e all'ibridazione dei generi. L'analisi muove a partire dal periodo di affermazione di un'industria culturale matura nel contesto italiano per arrivare ad analizzare le tendenze del media system contemporaneo nazionale e non. Specifici approfondimenti riguarderanno l'analisi delle caratteristiche ricorrenti di alcuni formati e della loro evoluzione tra letteratura, cinema, televisione e altri mezzi. Sarà inoltre proposto un percorso di approfondimento volto ad evidenziare le emergenti forme narrative transmediali caratteristiche della cultura convergente.

Contenuto e articolazione del corso:

Il Corso prevede una parte teorica e una parte laboratoriale.

La parte relativa al rapporto tra media e studi culturali si propone di sviluppare una riflessione sul rapporto tra l'evoluzione dei mezzi di comunicazione e gli aspetti relativi alla produzione e al consumo di cultura.

La prima parte del corso è dedicata ad approfondire alcuni temi-chiave della sociologia della comunicazione, con particolare riferimento ai contributi teorici centrati sulla relazione tra media, società e cultura. Tale percorso introduttivo è funzionale a presentare ed illustrare i processi di costruzione dell’immaginario collettivo: attraverso un approccio transdisciplinare, che prende in considerazione i contributi della psicanalisi, dell’antropologia, della sociologia, verranno analizzate le dinamiche di elaborazione culturale di miti e archetipi, con particolare riferimento alla loro sedimentazione in stereotipi ricorrenti all’interno delle forme di narrazione tipiche della società della comunicazione.

Saranno presi in esame alcuni  temi e  formule narrative tipiche di generi e formati dell’industria culturale. Un’analisi delle modalità di circolazione dei testi tra i vari mezzi, e delle nuove possibilità narrative rese possibili dal più ampio fenomeno della convergenza mediale, renderà infine possibile avviare una riflessione più ampia sul rapporto tra media e cultura.

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Il Corso fornisce gli strumenti utili per analizzare i prodotti culturali sia dal punto di vista dei meccanismi di produzione e rimediazione di elementi archetipici universali, sia dal punto di vista della ricezione da parte di un pubblico le cui competenze comunicative giustificano l’uso di molteplici linguaggi e piattaforme di utilizzo. 

A tale scopo, specifici incontri saranno dedicati ad approfondire gli aspetti creativi, produttivi e distributivi dei prodotti culturali, avvalendosi della presenza di testimoni privilegiati (autori, sceneggiatori, videomaker, ricercatori).

Inoltre, l’approccio diacronico di analisi dello sviluppo di formati e linguaggi dell’industria culturale dagli anni Ottanta ad oggi consentirà lo sviluppo di una sensibilità volta all’analisi dei prodotti culturali in chiave di storia sociale dei media.

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Non sono previste propedeuticità. L’aver sostenuto l’esame di Industria culturale e media studies (nel corso di Laurea Triennale in Comunicazione, tecnologie e culture digitali) può agevolare la comprensione degli argomenti trattati durante il corso.

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

Per gli studenti frequentanti è prevista la realizzazione di un project work finale.

Per gli studenti non frequentanti è prevista una prova orale.

 

A chi è rivolto il corso:

Il Corso è rivolto agli studenti iscritti al secondo anno del Corso di Laurea Magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo, indirizzo Media studies, ordinamento 270.

Come ottenere la tesi:
Metodi didattici:

Il Corso prevede una modalità didattica basata su lezioni frontali con la possibilità di interventi da parte di ospiti che, in qualità di testimoni privilegati, forniscano utili approfondimenti di particolari temi affrontati.

Modalità di valutazione della frequenza:

La frequenza alle lezioni è registrata tramite foglio firme. Saranno considerati frequentanti coloro i quali avranno certificato la propria presenza in almeno l'80% delle lezioni.

Testi d'esame:

Programma d’esame per studenti frequentanti

Il programma didattico è costituito da 3 testi + partecipazione al projectwork (2 testi obbligatori e 1 uno a scelta tra quelli indicati nella lista)

1. S. Leonzi, Lo spettacolo dell’immaginario, Tunué, Latina, 2009

2. S. Leonzi, A. Andò, TransmediaStorytellinge Audience Engagement. Strategie narrative  e pratiche partecipative nell'era digitale, Armando editore, Roma, 2013

3.Un testo a scelta tra:

  • S. Leonzi(a cura di), Michel Maffesoli. Fenomenologie dell’immaginario, Armando editore, Roma, 2009
  • C. Vogler, Il viaggio dell’eroe, Dino Audino, Roma, 2005
  • M. Giovagnoli, Transmedia. Storytellinge Comunicazione, Apogeo, Milano, 2013
  • Jenkins H. (2013), Spreadablemedia: i media tra condivisione, circolazione, partecipazione, Apogeo, Milano
  • Rose F. (2013), Immersi nelle storie, Codice Edizioni, Milano
  • C. Salmon, Storytelling. La fabbrica delle storie, FaziEditore 2008
  • P. Morales, Narrare con le immagini. Le tecniche del racconto cinematografico dallo script allo schermo, Audino, Roma, 2004

Programma d’esame per studenti non frequentanti

Il programma didattico è costituito da 5 testi

1. S. Leonzi, Lo spettacolo dell’immaginario, Tunué, Latina, 2009
 
2. S. Leonzi, A. Andò, TransmediaStorytellinge Audience Engagement. Strategie narrative  e pratiche partecipative nell'era digitale, Armando editore, Roma, 2013
 
3. S. Leonzi (a cura di), Michel Maffesoli. Fenomenologie dell’immaginario, Armando editore, Roma, 2009
 
4. Due testi a scelta tra:
  • C. Vogler, Il viaggio dell’eroe, Dino Audino, Roma, 2005
  • M. Giovagnoli, Transmedia. Storytellinge Comunicazione, Apogeo, Milano, 2013
  • Jenkins H. (2013), Spreadablemedia: i media tra condivisione, circolazione, partecipazione, Apogeo, Milano
  • Rose F. (2013), Immersi nelle storie, Codice Edizioni, Milano
  • C. Salmon, Storytelling. La fabbrica delle storie, FaziEditore 2008
  • P. Morales, Narrare con le immagini. Le tecniche del racconto cinematografico dallo script allo schermo, Audino, Roma, 2004