corso

Numero di crediti :9

Semestre : 1° semestre

Industria culturale e Media Studies – Laboratorio di analisi dei prodotti culturali

Settore scientifico disciplinare : sps/08

Numero di crediti :9

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Lunedì, 25 Settembre, 2017

Semestre : 1° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Collaboratori:
Obiettivi formativi:

Il corso si basa sull’analisi dell’industria culturale, attraverso un’approfondita contestualizzazione storica e sociale e una riflessione sulle strategie produttive e l’evoluzione dei consumi culturali in Italia, dalla seconda metà degli anni ’40 sino ad oggi. Inoltre, verrà esaminato il processo di modernizzazione culturale prodotto dall’evoluzione mediale, con l’obiettivo di comprendere il modo in cui la tecnologia mediale si integra con l’esperienza individuale e come le pratiche culturali influenzano la struttura mediale.

Contenuto e articolazione del corso:

Il corso si articolerà in due macro-fasi. La prima parte si concentrerà sulla categoria dell’industria culturale e, nello specifico, sulle principali teorie elaborate in merito nell’ambito della comunità sociologica a partire dagli anni ’40 (dalla ‘Scuola di Francoforte’ ai Cultural Studies). La seconda parte sarà focalizzata sull’analisi di specifici settori dell’industria culturale moderna, soffermandosi, in particolare, sullo studio del caso italiano, dopo l’approfondimento di concetti come cultura di massa, modernizzazione, mediamorfosi e sistema mediale. L’ultima parte del corso svilupperà un approfondimento sulla radio e la televisione, finalizzato a mettere in luce il ruolo svolto da questi media nello sviluppo dell’industria culturale in Italia.  Si ripercorrerano i momenti più significativi del processo di affermazione popolare della radio e della televisione, attraverso quei programmi o generi di programma che hanno introdotto un modo nuovo di fare spettacolo, favorito un più forte e diverso coinvolgimento dei pubblici, e in tal modo impresso una svolta nelle dinamiche di produzione e consumo dei prodotti dell’audiovisivo. Dal primo grande successo radiofonico de I quattro moschettieri al Festival di Sanremo e Alto gradimento, dal Carosello televisivo a Domenica in, alle fiction seriali, fino ai reality e talent show di oggi: nelle diverse forme dello spettacolo leggero si snoda in filigrana il contributo della radiotelevisione alla lenta costruzione di una “industria della cultura” in Italia.

 

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:
Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:
Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

La prova finale consiste in un esame orale.

A chi è rivolto il corso:

L’insegnamento è rivolto agli studenti del terzo anno iscritti al Corso di Laurea in Comunicazione, Tecnologie e Culture Digitali e si compone di una parte teorica e una parte laboratoriale.

Come ottenere la tesi:
Metodi didattici:

Nel corso delle lezioni frontali verranno utilizzati supporti audiovisivi a supporto dei materiali didattici. Si cercherà di aggiornare i riferimenti presenti nei testi e di esplicitare il legame tra i diversi settori dell’industria culturale, anche alla luce dello sviluppo dei media digitali e della rete.

Modalità di valutazione della frequenza:

Non è prevista nessuna modalità di valutazione della frequenza.

Testi d'esame:

Programma d'esame da 9 CFU A.A. 2017/2018

 

2 testi del modulo Industria culturale e Media Studies

2 testi del modulo Laboratorio di Analisi dei Prodotti Culturali

 

 NB: Non è prevista nessuna differenza tra studenti frequentanti e non frequentanti;

        Nel corso delle lezioni potranno essere indicati ulteriori testi

 

 

Modulo Industria culturale e Media Studies

 

- Primo testo obbligatorio

M. Morcellini (a cura di) Il Mediaevoitaliano. Industria culturale, tv e tecnologia tra XX e XXI secolo, Carocci, Roma, 2005, (432 pp. circa)

 

- Un testo a scelta tra:

P. Sorlin, Memoria, narrazione, audiovisivo, (a cura di S. Leonzi), Armando, Roma, 2013 (150 pp. circa)

A. L. Natale, Reinventare la tradizione. Novità e ripetizione nella fiction tv in Italia, Firenze-Roma, 2004 (150 pp. circa)

G. Ciofalo, Infiniti anni Ottanta. Tv, cultura e società alle origini del nostro   presente, Milano, Mondadori 2011(200 pp. circa)

 

Modulo Laboratorio di Analisi dei Prodotti Culturali

2 testi a scelta

 

Modulo A - La società della comunicazione

S. Leonzi, Lo spettacolo dell’immaginario, Tunuè, Latina 2010 (160 pp. circa)

G. Crainz, Storia del miracolo economico, Donzelli editore, Roma, 2005 (273 pp. circa)

Z. Bauman, Modernità liquida, Roma-Bari, Laterza, 2002 (272 pp. circa)

F. Colombo , G. Boccia Artieri , L. Del Grosso Destreri , F. Pasquali , M. Sorice, Media e generazioni nella società italiana, Franco Angeli, 2012(208 pp. circa)

 

Modulo B - Radio e televisione

G. Gozzini, La mutazione individualista. Gli italiani e la televisione 1954.2011, Roma-Bari, Laterza 2011 (200 pp. circa)

T. Bonini, Chimica della radio. Storia dei generi dello spettacolo radiofonico, Doppio Zero ebook, 2013 (I parte, 110 pp. circa)

M. Buonanno (a cura di), Tempo di fiction. Il racconto televisivo in divenire, Napoli, Liguori 2013 (150 pp. circa )

 

Modulo C - I Classici della comunicazione 

F. Alberoni, Pubblicità, televisione e società nell’Italia del miracolo economico, (a cura di G. Gamaleri), Armando, Roma 2011 (128 pp. circa )

I. Ang, Watching Dallas. Cultura di massa e imperialismo culturale, (a cura di M. Livolsi), Armando, Roma, 2013 (128 pp. circa )

S. Leonzi, Medical innovation. Uno studio sulla diffusione, Armando Editore, Roma, 2016 (128 pp. circa )

 

Modulo D - I cult

W. Benjamin, L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica, Einaudi, Torino 2000 (184 pp. circa )

T.W. Adorno, M. Horkheimer, Dialettica dell'illuminismo, Einaudi, Torino 1997 (282 pp. circa )

D. MacDonald, Masscult e Midcult, e/o, Roma 1997 (233 pp. circa )

U. Eco, Apocalittici e integrati, Bompiani, Milano 1994 (400 pp. circa )

 

PROGRAMMA D'ESAME DA 12 CFU - A.A. 2016/2017

Programma d’esame per studenti frequentanti

5 testi + esercitazioni in aula (3 testi del modulo Industria culturale e Media Studies-2 testo del modulo Laboratorio di Analisi dei Prodotti Culturali).

Programma d’esame per studenti non frequentanti

6 testi + tesina* (3 testi del modulo Industria culturale e Media Studies-3 testi del modulo Laboratorio di Analisi dei Prodotti Culturali).

*La tesina va concordata con il docente e consegnata almeno una settimana prima della discussione

 

Primo testo

M. Morcellini (a cura di) Il Mediaevoitaliano. Industria culturale, tv e tecnologia tra XX e XXI secolo, Carocci, Roma, 2005

Secondo testo a scelta tra:

G. Ciofalo, ElihuKatz e i Media Studies, Armando, Roma, 2010

P. Sorlin, Memoria, narrazione, audiovisivo, (a cura di S. Leonzi), Armando, Roma, 2013

Z. Bauman, Modernità liquida, Laterza, Bari, 2011

Terzo testo a scelta tra:

G. Crainz, Storia del miracolo italiano, Donzelli, 1996

G. Crainz, Il Paese mancato, Donzelli, 2003

G. Ciofalo, Infiniti anni Ottanta, Mondadori Università, 2011

V. Codeluppi, Ipermondo, Laterza, 2016

Testi del modulo Laboratorio di Analisi dei Prodotti Culturali

Modulo A – Narrazioni

S. Leonzi, Lo spettacolo dell’immaginario, Tunuè, Latina 2010

A. L. Natale, Reinventare la tradizione. Novità e ripetizione nella fiction Tv in Italia, Mediascape, Firenze,  2004

M. Buonanno, Tempo di fiction. Il racconto televisivo in divenire, Liquori, 2013

C. Salmon,  La politica nell’era dello storytelling, FaziEditore, Roma, 2014

Modulo B - Classici

W. Benjamin, L'opera d'arte nell'epoca della sua riproducibilità tecnica, Einaudi, Torino 2000

T.W.Adorno, M. Horkheimer, Dialettica dell'illuminismo, Einaudi, Torino 1997

D. MacDonald, Massculte Midcult, e/o, Roma 1997

U. Eco, Apocalittici e integrati, Bompiani, Milano 1994

J. Meyrowitz, Oltre il senso del luogo. L'impatto dei media elettronici sul comportamento sociale, Baskerville, Bologna, 1995

Modulo C - Culture Digitali

S. Arcagni, Visioni digitali, Einaudi, Torino, 2016

C. Anderson, La coda lunga. Da un mercato di massa a una massa di mercati, Codice Edizioni, Torino, 2010

G. Lovink, Ossessioni collettive. Critica dei social media, Università Bocconi Editore, Milano, 2012

 

Norme editoriali della tesina:

Formato: 10 cartelle in A4;

Font: TimesNew Roman, 12

Interlinea: Multipla 1,15

La tesina deve essere corredata di:

1.Copertina (nome del candidato, titolo, cattedra);

2.Indice (concordato col docente);

3.Note a piè di pagina;

4.Bibliografia e sitografiafinale.

Nb. L’elaborato deve vertere su uno degli argomenti trattati ne IlMediaevoe

deve essere articolato in tre parti:

1. il contesto storico/sociale;

2. il settore dell’industria culturale di riferimento;

3. un focus specifico (es. un programma, un film, un personaggio, etc)

 

OGNI PARTE DELLA TESINA DEVE ESSERE ORIGINALE E LE CITAZIONI VANNO SPECIFICATE IN NOTA