corso

Numero di crediti :9

Semestre : 2° semestre

Pensiero politico della colonizzazione e della decolonizzazione

Settore scientifico disciplinare : SPS/02

Numero di crediti :9

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Monday, 19 February, 2018

Semestre : 2° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Docenti:
Collaboratori:
Obiettivi formativi:

Acquisire una capacità di analisi critica della nostra realtà, attraverso la critica della storia dei fondamenti della cultura politica occidentale ed europea, dell’idea di progresso, di civiltà e di colonialismo, e delle sue radici razziste, nella relazione storica con gli “altri”, come formazione necessaria alla conoscenza del mondo contemporaneo, delle sue relazioni globali, dei principi che ispirano il contatto tra i popoli e gli esseri umani e le forme di cooperazione internazionale. 

Contenuto e articolazione del corso:

L’Occidente e l’idea di civiltà: pensare, costruire, classificare l’“altro”

Il corso ricostruisce i contenuti del pensiero occidentale contemporaneo (XVIII-XXI secolo), nella relazione con altri popoli e culture; analizza l’influenza di questa relazione sull’autorappresentazione della “missione” storica globale dell’Occidente, come legittimazione dell’egemonia coloniale mondiale.

Le lezioni approfondiranno: nascita del pensiero occidentale moderno e dominio coloniale; schiavitù e ideologia commerciale; antropologia dell’altro (“selvaggi”“barbari”) e principio di civiltà; idea di progresso e filosofie della storia; nazione e nazionalismi; ideologie coloniali e razziste e nascita delle scienze sociali; critica dell’idea di progresso e della tecnica; Novecento e decolonizzazione; critica anticoloniale e studi post-coloniali; diffusione e critica dell’idea di sviluppo.

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:
Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:
Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

Esame orale

A chi è rivolto il corso:

Agli studenti del primo anno del corso di laurea magistrale in 

Scienze dello sviluppo e della cooperazione internazionale 

Come ottenere la tesi:

La tesi deve essere richiesta direttamente al docente; prevede un periodo di preparazione tra sei mesi e un anno

Metodi didattici:
Modalità di valutazione della frequenza:

 

Appello nel corso delle lezioni. Si richiede agli studenti continuità nella frequenza

Testi d'esame:

Studenti frequentanti (è necessario iscriversi al corso nelle prime lezioni) Possono scegliere tra questi due programmi:

1. Appunti delle lezioni e due testi - da concordare con il docente nel corso o dopo la conclusione delle lezioni - scelti nella seguente bibliografia o tra altri titoli successivamente individuati: Jean-Loup Amselle, Il distacco dall’Occidente, Roma, Meltemi; Francisco Bethencourt, Razzismi. Dalle crociate al XX secolo, Bologna, il Mulino; Alberto Burgio, Nel nome della razza. Il razzismo nella storia d’Italia (1870-1945), Bologna, il Mulino; John Bury, Storia dell’idea di progresso, Milano, Feltrinelli; Barbara Cannelli, Un pensiero africano: filosofi africani del Novecento a confronto con l’Occidente, Milano, Leonardo International; Barbara Cannelli, I re filosofi. Filosofia e poesia dell’Indipendenza dell’Africa, Universitas Studiorum; Dipesh Chakrabarty, Provincializzare l'Europa, Roma, Meltemi; Partha Chatterjee, Oltre la cittadinanza: la politica dei governati, Roma, Meltemi; W.E.B. Du Bois, Sulla linea del colore, Bologna, il Mulino; Frantz Fanon, I dannati della terra, Torino, Einaudi; Emanuela Fornari, Linee di confine. Filosofia e postcolonialismo, Torino, Bollati Boringhieri; Gustavo Gozzi, Diritti e civiltà. Storia e filosofia del diritto internazionale, Bologna, il Mulino; Cyril Lionel Robert James, I giacobini neri, Roma, Derive Approdi; Cristopher Lasch, Il paradiso in terra. Il progresso e la sua critica, Milano, Feltrinelli; Olivier Le Cour Grandmaison, Coloniser, Exterminer. Sur la guerre et l’Etat colonial, Paris, Fayard; Ania Loomba, Colonialismo/postcolonialismo, Roma, Meltemi; Miguel Mellino, La critica post-coloniale: decolonizzazione, capitalismo e cosmopolitismo nei post-colonial studies, Roma, Meltemi; Nicolao Merker, Europa oltre i mari. Il mito della missione di civiltà,Roma, Editori Riuniti; M. Campanini, Storia del pensiero politico islamico. Dal profeta Muhammad ad oggi, Milano, Mondadori; George Mosse, Il razzismo in Europa. Dalle origini all’Olocausto, Roma-Bari, Laterza; Anthony Pagden, La caduta dell’uomo naturale: l’indiano d’America e le origini dell’etnografia comparata, Torino, Einaudi; Edward Said, Orientalismo, Milano, Feltrinelli; Id. Cultura e imperialismo, Roma, Gamberetti; Luca Scuccimarra, I confini del mondo: storia del cosmopolitismo dall'antichità al Settecento, Bologna, il Mulino (Parti II e III, capp. dal V al X); Silvia Sebastiani, I limiti del progresso. Razza e genere nell’Illuminismo scozzese, Bologna, il Mulino; S. Landucci, I filosofi e i selvaggi, Torino, Einaudi; Anders Stephanson, Destino manifesto: l’espansionismo americano e l’impero del bene, Milano, Feltrinelli; Tzvetan Todorov, Noi e gli altri: la riflessione francese sulla diversità umana, Torino, Einaudi; Tzvetan Todorov, La conquista dell'America. Il problema dell'altro, Torino Einaudi; Robert J.C. Young, Mitologie bianche: la scrittura della storia e l’Occidente, Roma, Meltemi; Danilo Zolo, Cosmopolis. La prospettiva del governo mondiale, Milano, Feltrinelli;

oppure

2. Appunti delle lezioni e una ricerca originale di natura bibliografica su un tema affrontato nell'ambito del corso, concordata con il docente.

 

Studenti non frequentanti

Sono tenuti a prepararsi sui seguenti testi: 1.Nicolao Merker, Europa oltre i mari. Il mito della missione di civiltà,Roma, Editori Riuniti. 2. Enzo Traverso, La violenza nazista, Bologna, il Mulino; oppure George Mosse, Il razzismo in Europa. Dalle origini all’Olocausto, Roma-Bari, Laterza; oppure Dino Costantini, Una malattia europea: il “nuovo discorso coloniale” francese e i suoi critici, Pisa, Pisa University Press; oppure Colette Guillaumin, L’idéologie raciste, Paris, Gallimard; oppure Francisco Bethencourt, Razzismi, Dalle crociate al XXi secolo, Bologna, il Mulino. 3. Frantz Fanon, I dannati della terra, Torino, Einaudi; oppure Frantz Fanon, Pelle nera, maschere bianche. Il nero e l’altro, Milano, Marco Tropea; oppure Barbara Cannelli, Un pensiero africano: filosofi africani del Novecento a confronto con l’Occidente, Milano, Leonardo International; oppure Barbara Cannelli, I re filosofi. Filosofia e poesia dell’Indipendenza dell’Africa, Universitas Studiorum 4. Edward Said, Orientalismo, Milano, Feltrinelli; oppure Tzvetan Todorov, Noi e gli altri: la riflessione francese sulla diversità umana, Torino, Einaudi. 5. Emanuela Fornari, Linee di confine. Filosofia e postcolonialismo, Torino, Bollati Boringhieri; oppure Jean-Loup Amselle, Il distacco dall’Occidente, Roma, Meltemi; oppure Ania Loomba, Colonialismo/postcolonialismo, Roma, Meltemi; oppure Miguel Mellino, La critica post-coloniale: decolonizzazione, capitalismo e cosmopolitismo nei post-colonial studies, Roma, Meltemi. 

 

Alcuni testi storici possono costituire una buona introduzione al corso. Tra questi si consigliano: Christopher A. Bayly, La nascita del mondo moderno 1780-1914, Torino, Einaudi; Frederick Cooper, Colonialism in Question, Theory, Knowledge, History, University of California; John H. Elliott, Imperi dell’Atlantico. America britannica e America spagnola 1492-1830, Torino, Einaudi; Sandro Mezzadra, Brette Neilson, Confini e frontiere: la moltiplicazione del lavoro nel mondo globale, Bologna, il Mulino; Herfried Münkler, Imperi. Il dominio del mondo dall’antica Roma agli Stati Uniti, Bologna, il Mulino; Anthony Pagden, Signori del mondo. Ideologie dell’Impero in Spagna, Gran Bretagna e Francia 1500-1800, Bologna, il Mulino; Charles H. Parker, Relazioni globali nell’età moderna 1400-1800, Bologna, il Mulino; Sanjay Subrahmanyam, Mondi connessi, Roma, Carocci; Kenneth Pomeranz, La grande divergenza. La Cina, l’Europa e la nascita dell’economia mondiale moderna, Bologna, il Mulino; Wolfgang Reinhard, Storia del colonialismo, Torino, Einaudi; Eric R. Wolf, L’Europa e i popoli senza storia, Bologna, il Mulino; Akira Iriye e Jürgen Osterhammel, Storia del Mondo, Torino, Einaudi, 6 voll.

Materiali del corso: