Comunicazione, tecnologie e culture digitali 2014-2015

Classe: L-20
Durata: triennale
Modalità di ammissione: Prova in ingresso di verifica delle conoscenze
Numero posti: Accesso libero
Bando: disponibile sul sito di Ateneo
Codice corso: 26679
Area didattica: Scienze della Comunicazione

Obiettivi formativi e competenze

Il Corso di laurea triennale in Comunicazione, tecnologie e culture digitali for­ma laureati in possesso di un’adeguata padronanza dei paradigmi disciplinari delle scienze umane e sociali, dotati di specifiche competenze nell’area delle tecnologie digitali, dei sistemi di informazione e dei diversi settori dell’in­dustria culturale (stampa, editoria, cinema, teatro, radio, televisione, media digitali).
I laureati in Comunicazione, tecnologie e culture digitali, in particolare, devono dimostrare di possedere:

  • competenze di base per analizzare i sistemi della comunicazione e per applicare le principali tecniche di ricerca sociale e analisi dei dati;
  • consapevolezza delle possibili declinazioni dei processi comunicativi in ambito psicologico, semiotico-linguistico, antropologico;
  • abilità indispensabili per la scrittura e lo svolgimento di attività redazionali, acquisite anche in specifici ambiti laboratoriali;
  • conoscenze necessarie per operare nel campo delle tecnologie sia tradizionali che di nuova generazione, con particolare riferimento alla multimedialità;
  • conoscenza di due lingue straniere e proprietà di linguaggio e di scrittura della lingua italiana, acquisite anche in specifici ambiti laboratoriali.

 

Torna all`indice


Ambiti occupazionali previsti
I laureati in Comunicazione, tecnologie e culture digitali potranno svolgere compiti professionali nei diversi ambiti dell’industria culturale (giornali, editoria, cinema, teatro, radio, televisione, nuovi media) e nel settore dei beni e consumi culturali (eventi, spettacoli, musica, moda, turismo). In partico­lare, potranno essere impegnati nelle organizzazioni pubbliche e private, nazionali e internazionali, nell’area degli uffici stampa e del lavoro redazio­nale, della comunicazione pubblicitaria, della progettazione di contenuti audiovisivi e multimediali.
I profili professionali individuati, che tengono conto dei criteri di classificazione Istat, sono i seguenti:

  • Tecnico del web marketing
  • Addetto alle relazioni pubbliche, public relations executive
  • Intervistatori e rilevatori professionali
  • Supervisore di call center, supervisore di help desk, tecnico della gestione dei servizi nei call center

Altri profili professionali, non previsti dalla classificazione Istat, sono i seguenti:

  • Assistente di produzioni radiofoniche, televisive e audiovisive
  • Collaboratore alla progettazione di sistemi informativi multimediali on-line
  • Collaboratore alla redazione di testi radiofonici, televisivi, di fiction, per audiovisivi, cinema, web, informazione stampata e on-line


Il corso prepara alle professioni di (specifiche classificazioni Istat):
(3.1.5.5.0) Tecnici della produzione di servizi
(3.3.1.3.2) Intervistatori e rilevatori professionali
(3.3.3.5.0) Tecnici del marketing
(3.3.3.6.2) Tecnici delle relazioni pubbliche

 

Torna all`indice


Articolazione del percorso formativo
I regolamenti didattici possono infatti subire lievi variazioni nella titolazione dei singoli moduli di insegnamento e/o nella successiva integrazione di nuovi moduli didattici che offrano ulteriori possibilità di scelta agli studenti nella composizione del loro curriculum formativo. Allo stesso modo, sempre allo scopo di favorire una revisione dinamica dei percorsi formativi, possono essere modificate nel corso dell’anno le normative che riguardano i diversi aspetti della didattica.
Gli studenti immatricolati negli anni accademici precedenti al corso di Scienze e tecnologie della comunicazione sono tenuti a fare riferimento all’ordinamento didattico relativo all’a.a. di immatricolazione disponibili alla pagina Corsi di laurea anni precedenti.

Dettaglio degli insegnamenti per immatricolati a.a. 2014-2015

I anno Crediti
Sociologia dei processi culturali (SPS/08) 6
Sociologia della comunicazione (SPS/08) 6
Storia contemporanea e della comunicazione (M-STO/04) 9
Fondamenti di scienze sociali (SPS/07) 9
Psicologia sociale e della comunicazione (M-PSI/05) 9
Diritto pubblico, dell`informazione e della comunicazione (IUS/09) 9
Informatica e tecnologie della comunicazione digitale (INF/01) 9
Laboratorio di scrittura e cultura della comunicazione* 3
Lingua inglese* 5
Totale 65
II Anno Crediti
Teorie e tecniche della comunicazione e dei nuovi media (SPS/08) 9
Scienze semiotiche del testo e dei linguaggi (M-FIL/05) 9
Un modulo a scelta tra:
Metodologia della ricerca sociale (SPS/07)
Metodi di ricerca per la comunicazione (SPS/08)
9
Analisi dei dati per la comunicazione (SECS-S/01) 6
Scienza della politica (SPS/04) 6
Fondamenti di economia politica (SECS-P/01) 6
Un modulo a scelta tra:
Sociologia dell`ambiente e del territorio (SPS/10)
Sociologia dell’organizzazione (SPS/09)
6
Lingua spagnola da 4 cfu (L-LIN/07)* 4
Totale 55
III Anno Crediti
Industria culturale e media studies - Laboratorio di analisi dei prodotti culturali (SPS/08) 12
Innovazione e analisi dei modelli di giornalismo - Laboratorio di tecniche e linguaggi del giornalismo (SPS/08 + L-FIL-LET/12) 9
Un modulo a scelta fra:
Teoria e tecniche della televisione (SPS/08)
Storia della radio e della televisione (L-ART/06)
Linguaggi e formati del cinema e dell’audiovisivo (SPS/08)
6
Market driven management (SECS-P/08) 6
Un modulo a scelta fra:
Etnologia e antropologia culturale (M-DEA/01)
Letteratura, arte e comunicazione /SPS/08)
Analisi sociale della metropoli (SPS/08)
6
Attività a scelta dello studente 12
Prova finale 9
Totale 60

* Il modulo non prevede un voto in trentesimi bensì un`idoneità.

<

Torna all`indice