News docente/cattedra

Lezione online Guiso (A-L), martedì 10 marzo 2020, ore 12.00

PRIMA LEZIONE 10/03/2020, ore 12.00-14.00

Link:

meet.google.com/cpu-nahg-mzm

 

Cari studenti

Vi ringrazio innanzitutto per esservi iscritti al corso seguendo scrupolosamente le indicazioni inserite nella web cattedra.

Le lezioni online cominceranno domani, martedì 10 marzo 2020, alle ore 12.00, e seguiranno il calendario e gli orari del corso, salvo diverse indicazioni da parte dell'Ateneo e del Dipartimento. 

Per collegarsi e partecipare alla lezione sarà sufficiente cliccare sul seguente link: meet.google.com/cpu-nahg-mzm 

Attenzione: il link sarà valido solo a partire dalle ore 12 di domani, martedì 10 marzo, e permetterà l'accesso alla sola lezione di domani. Per ogni lezione verrà generato un link diverso che vi verrà ogni volta comunicato su questa bacheca e tramite email. 

L’elevato numero di partecipanti alla lezione online richiederà il rispetto di alcune fondamentali “regole d’ingaggio”.

1) In primis quella di disattivare la propria fotocamera (voi vedrete me, ma io eviterò di vedere un pulviscolo di 140 volti nella sezione di destra dello schermo) e il proprio microfono subito dopo l'accesso al programma, in modo da evitare una sovrapposizione di voci e di video. Per disattivare il vostro microfono e la vostra fotocamera basterà cliccare sulla barra degli strumenti che vi comparirà sotto, spostando la freccetta verso il basso della vostra schermata.

2) La lezione “vera e propria” inizierà sempre 15 minuti “accademici” dopo l’orario ufficiale (quindi 10.15 se l’orario d’inizio è alle ore 10.00, e così via), per consentire a tutti di predisporsi al collegamento. Sarò comunque in piattaforma sin dall’inizio per verificare che il collegamento funzioni bene.

3) La comunicazione e l’interazione con il docente è consentita solo tramite “chat” (il programma google meet ha una specifica funzione per scrivere in chat, nella sezione a destra dello schermo) in uno spazio “ad hoc” alla fine della lezione, riservato essenzialmente alle domande e alle richieste di chiarimento.

4) Le lezioni avranno una durata formale di 2 ore, ma al loro interno saranno suddivise in due blocchi didattici di 40 minuti intervallati da 15 minuti di pausa e seguiti da uno spazio di 20-25 minuti per eventuali domande e richieste di chiarimento (sempre tramite chat).

5) durante la pausa si consiglia di restare collegati nella modalità di partecipazione.

La lezione di domani servirà anche, e in un certo senso soprattutto, come primo test dell’efficacia della piattaforma google meet ai fini della didattica online. Possiamo sin da ora prevedere qualche lungaggine iniziale nell’ottimizzazione del collegamento. È possibile, direi anzi assai probabile visto l’elevato numero di partecipanti alla lezione, che durante il collegamento si presentino problemi e criticità di carattere tecnico (segnale debole o intermittente, audio non perfetto, difficoltà nel maneggiare il programma ecc.). Non è pertanto da escludere, se le difficoltà eventualmente riscontrate dovessero essere tali da impedire, nei giorni a venire, una corretta ed efficace fruizione dei contenuti online, l’impiego di diverse modalità di erogazione della didattica a distanza (classroom, moodle, power point).

Per tale ragione si invitano tutti gli studentia un costante aggiornamento sulla bacheca elettronica del docente, il quale avrà comunque cura di contattarvi tramite mail per condividere i prossimi eventi, nonché eventuali modifiche nella erogazione del corso online.

Di seguito condivido uno schema di massima dell’articolazione del corso, come indicazione più dettagliata dei contenuti e dei principali argomenti che affronteremo nel corso delle lezioni online. I contenuti verranno aggiornati e dettagliati in modo più specifico in parallelo con le lezioni. Noterete infatti che il numero degli argomenti è più basso rispetto al numero delle lezioni che dovrà essere – e sarà – alla fine pari a 36 (per un totale di 72 CFU). Le lezioni evidenziate in grassetto sono quelle che già si sono svolte in presenza, in aula P2.

Grazie sin d’ora per la collaborazione

Contenuto e articolazione del corso:

PARTE PRIMA: La nascita del mondo moderno

0. Introduzione al corso

0.1 La storia come scienza del mutamento

 

1. L'esperienza della modernità: dall'individuo liberato alla crisi della ragione

1.1 L’individuo liberato: l’avventura intellettuale e sociale del soggetto di diritti

1.2 La modernità come esperienza di crisi (autorealizzazione e sradicamento, crisi della ragione, l’individuo prigioniero; diritti individuali e questione di genere)

 

2. La rivoluzione del Leviatano: origini ed evoluzione dello Stato moderno

2.1 La formazione dello spazio politico e giuridico della modernità: riflessioni preliminari sullo Stato.

2.2 La rivoluzione del Leviatano: origini e sviluppi dello Stato moderno (pluralismo giuridico e monismo politico; la costituzione cetuale e la sua concezione del diritto e dello spazio politico; il Trecento come tempo di transizione; i catalizzatori del processo di statualizzazione nell’Europa moderna: rivoluzione militare – denari e rappresentanza – secolarizzazione del potere)

2.3 Statocentrismo e costituzionalismo. L’ideario giuridico Sette-Ottocentesco (stato-amministrazione, costituzionalismo e stato di diritto liberale, Stato-persona, Stato-progetto)

3. Cittadini: riconoscimento ed esclusione dalle grandi rivoluzioni al lungo Ottocento

4. Un mondo di nazioni. Forme e dinamiche di trasmissione di una idea-forza

5. Prove di globalizzazione, Mercati, reti, comunicazioni

6. Equilibrio ed egemonia nelle relazioni internazionali

PARTE SECONDA: Potere, conflitto e cooperazione nel Novecento

7. Una guerra totale e globale (1914-1918)

8. Guerra e rivoluzione (1917-1953)

9. Fallimento di un nuovo ordine globale (1919-1929)

10. L'era delle tirannie: regimi autoritari e totalitari in Europa e Asia (1917-1940 circa)

11. Il collasso dell'economia mondiale (1929 e dintorni)

12. La seconda guerra mondiale e le sue conseguenze politiche e sociali (1939-1945)

13. Il mondo diviso: le origini della guerra fredda

14. L'invenzione dell'Occidente e l’inizio della sua crisi (1947-anni sessanta)

15. La guerra fredda globale: bipolarismo, processo di decolonizzazione, crisi regionali (1950-anni Ottanta)

16. Vogliamo tutto! Il “luogo storico” del Sessantotto

17. L'età della frattura. Anni Settanta circa

18. Un nuovo centro spirituale e materiale? il neoliberismo tra ideologia e realtà

19. Il crollo dell'Urss e la fine della guerra fredda (anni Ottanta-Novanta)

20. L'Europa della Moneta Unica

21. Confini della politica, politica dei confini: riflessioni conclusive.

Allegati: