News docente/cattedra

Modalità di svolgimento dell'esonero e dell'esame Modulo Comunicazione Del Rischio e dell'Emergenza

Esame Modulo

COMUNICAZIONE DEL RISCHIO E DELL’EMERGENZA

Prof. A. Cerase

 

L’esame del modulo Comunicazione del Rischio e dell’Emergenza costituisce metà del percorso di valutazione dell’esame Comunicazione umanitaria, del rischio e d’emergenza. Il punteggio ottenuto con la docente si sommerà a quello ottenuto con la prof.ssa Peruzzi.

 

Prova non frequentanti

La prova consiste in un esame scritto con 5 domande aperte sui due testi in programma.

Il punteggio massimo è di 15 punti  (3 punti a domanda).

I testi di riferimento sono:

Andrea Cerase, Rischio e comunicazione. Teorie, modelli e problemi. Egea, 2017.

Francesca Comunello (a cura di) Social media e comunicazione d’emergenza. Guerini e Associati. 2014.

 

Prova frequentanti

La prova consiste nell’elaborazione e consegna di un saggio originale.

Nello specifico, tale elaborato dovrà presentare e analizzare criticamente un caso di studio pertinente ai temi del corso.

L’obiettivo è di mostrare al docente di essere in grado di utilizzare le conoscenze e le competenze apprese durante il corso per elaborare una riflessione critica su un caso studio, e/o per approfondire tematiche ritenute particolarmente significative e rilevanti rispetto ai nodi tematici del corso.

Il caso di studio oggetto di analisi potrà riguardare un particolare evento, un tipo di rischio o di emergenza, le azioni di comunicazione e le reazioni da parte della società o di particolari stakeholders, un documento di policy in materia di valutazione, gestione e comunicazione del rischio e dell’emergenza, e potrà essere basato su documenti e papersi in lingua italiana, inglese, o francese, e di facile reperibilità.

 

L’elaborato dovrà avere la seguente struttura:

- informazioni sul caso di studio oggetto di analisi.

- titolo della relazione.

- abstract di 10-15 righe, dove si presentano sinteticamente il testo oggetto di studio, la sua pertinenza ai temi del corso, e gli obiettivi dell’elaborato.

- testo, di lunghezza compresa tra le 5 e le 7 cartelle (1 cartella = 2500 battute, spazi compresi). Dalla lunghezza della cartella sono da escludersi bibliografia, ed eventuali sitografia e/o filmografia. Questa parte centrale del testo potrà essere strutturata in paragrafi. Si consiglia in ogni caso di seguire una struttura classica: tesi – argomentazioni – conclusione.

- bibliografia, ed eventuali sitografia e/o filmografia.

 

Il testo dovrà essere in formato word o rtf.

La docente sottoporrà preventivamente ogni elaborato allo screening di Compilatio.net, al fine di escludere casi di plagio.

 

Consigli bibliografici per lo svolgimento dell’esercitazione

Sarà apprezzato il ricorso a testi scientifici, sia articoli che libri. Questi dovranno essere indicati in un’apposita bibliografia e sitografia, a fine documento, avendo cura di distinguere le fonti scientifiche (saggi e articoli di studiosi del fenomeno) da quelle di natura divulgativa (articoli e servizi giornalistici, siti e blog di esperti, etc.).

Nel caso si elenchino dei siti, si consiglia di fare per ciascuno una breve descrizione (2-3 righe).

 

Modalità di consegna del compito

In considerazione della manifestata difficoltà di reperire il testo d’esame (Cerase, 2017), e in via del tutto eccezionale, la prova scritta per i frequentanti potrà essere caricata sulla piattaforma Classroom in due date distinte.

Per chi intende sostenere l’esame orale sin dagli appelli del 4 giugno 2020 e del 24 giugno 2020 la prova scritta dovrà essere caricata entro il 30 maggio 2020 utilizzando l’apposita funzione in piattaforma.

Chi intende sostenere prova scritta per i frequentanti ma non è riuscito a reperire il testo d’esame (Cerase, 2017) dovrà avvertire via mail il docente entro il 15 maggio,  che autorizzerà il caricamento della prova entro il 10 luglio 2020 utilizzando l’apposita funzione in piattaforma.

 

Valutazione

Il compito, riservato ai frequentanti, potrà essere valutato fino a un punteggio massimo di 15 punti.

I criteri di valutazione:

·        pertinenza al mandato.

·        coerenza tra obiettivi dichiarati e svolgimento.

·        profondità di analisi.

·        originalità.

·        chiarezza espositiva.

·        correttezza grammaticale e cura degli aspetti editoriali

·        corretto utilizzo e citazione delle fonti.

 

Per ogni dubbio o domanda, ricorrete, come sempre, al Forum dedicato.  

Allegati: