corso

Numero di crediti :6

Semestre : 2° semestre

Storia e modelli del giornalismo

Settore scientifico disciplinare : Sps-08

Numero di crediti :6

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Wednesday, 22 February, 2017

Semestre : 2° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Collaboratori:
Obiettivi formativi:

Sezione "Storia e modelli del giornalismo" (prof. Bruno)

Il Corso si propone di approfondire l’evoluzione dell’informazione giornalistica entro il più generale contesto dell’industria culturale nel corso del XX fino agli inizi del XXI secolo. Il focus dell’analisi sarà il “caso italiano”, ma, per comprendere al meglio i trend sociali, comunicativi e professionali che si incrociano nella formazione del “modello” nostrano di giornalismo, si farà costante riferimento agli sviluppi del sistema e dei modelli di informazione europei e statunitensi.

Contenuto e articolazione del corso:

Sezione Storia e modelli del giornalismo (prof. Bruno)

 

Il corso prevede la ricostruzione storico-sociale delle principali caratteristiche dei diversi modelli di informazione e in particolare del modello italiano di giornalismo, analizzato nel confronto con i trend internazionali di modificazione della professione e dell'idea stessa di informazione; particolare attenzione verrà posta:

§  al rapporto, storicamente problematico e di grande attualità, tra giornalismo e politica;

§  agli effetti dell'evoluzione tecnologica sulle funzioni sociali del giornalismo e sul rapporto instaurato con i suoi pubblici;

§  alle dinamiche di riconoscimento sociale e professionale della figura del giornalista;

§ ad alcuni dei temi che più interessano lo sviluppo e il ruolo del giornalismo nella società contemporanea (ad esempio i modelli economici, le questioni interculturali, la dimensione tecnologica e partecipativa, etc.)

 

Si ricorda che le due sezioni dell'insegnamento si terranno autonomamente, secondo un calendario disponibile nella sezione materiali della bacheca elettronica.

In particolare, la sezione di "Storia e modelli del giornalismo" sarà prevalentemente distribuita nella seconda parte del semestre.

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Al termine del corso, gli studenti dovranno aver acquisito una chiara visione delle radici storiche e sociali delle diverse caratteristiche del modello italiano di giornalismo e dovranno essere in grado di valutarne l'impatto politico-sociale e gli elementi di comparazione con differenti modelli.

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Non ci sono propedeuticità.

Come prerequisito va considerata una sufficiente conoscenza della storia politico-sociale italiana e europea dell'età contemporanea. Qualora la composizione dell'aula (in riferimento ai diversi percorsi triennali di provenienza degli studenti) lo richieda, saranno predisposte piccole sezioni di "azzeramento" sui temi della sociologia del giornalismo.

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

Sezione Storia e modelli del giornalismo (prof. Bruno)

Esame orale.

Gli esami si svolgeranno secondo il calendario didattico del Dipartimento (http://www.coris.uniroma1.it/didattica/regolamenti/calendario-didattico), pertanto si terranno tre date nei mesi di giugno/luglio 2017, una data a settembre 2017, una data a gennaio 2018. Seguiranno poi le date del successivo anno accademico cui gli studenti potranno comunque accedere.

A chi è rivolto il corso:

Il corso è rivolto agli studenti del corso di laurea magistrale in Media, comunicazione digitale e giornalismo, in particolare per gli studenti dell'indirizzo Giornalismo. Il corso è ovviamente aperto a studenti di altri anni o che lo hanno inserito nel loro percorso formativo.

 

Si ricorda che l'insegnamento di Storia e modelli del giornalismo - Laboratorio Ufficio stampa è da ordinamento unico. Ciò significa che ci sarà un'unica verbalizzazione dell'esame finale, con valutazione composta dalle valutazioni nelle due sezioni, quella del corso e quella laboratoriale.

Tuttavia, per esigenze didattico-scientifiche e per venire incontro alle differenti tipologie di studenti, è da considerarsi articolato in due sezioni.

1- Corso di Storia e modelli del giornalismo (prof. Bruno)

2- Laboratorio Ufficio stampa (prof.ssa Peruzzi)

Le due sezioni si terranno autonomamente, secondo un calendario che sarà disponibile nelle prossime ore nella sezione materiali della bacheca elettronica. Saranno inoltre previsti momenti congiunti di approfondimento (comprese iniziative intercattedra, seminari, etc.) su varie tematiche, sempre inerenti gli argomenti dell'insegnamento.

Nella presente bacheca elettronica sono disponibili le informazioni di dettaglio relative alla prima sezione.

Come ottenere la tesi:

Gli studenti interessati a una tesi in Storia e modelli del giornalismo con il prof. Bruno sono invitati a contattare il docente, una volta sostenuto l'esame. A seguito di un primo colloquio esplorativo verrà richiesta la redazione di un progetto di tesi.

Inoltre, il docente pubblicherà periodicamente chiamate di tesi ed elenchi di temi di interesse.

Metodi didattici:

Sezione Storia e modelli del giornalismo (prof. Bruno)

Il corso si articolerà in incontri della durata di circa tre ore, nella formula della lezione frontale ma con l'auspicio e la preventiva richiesta della partcipazione degli studenti. 

Per questa sezione ("Storia e modelli del giornalismo") non ci sono differenze di programma tra frequentanti e non frequentanti, a differenza della ovvia differente articolazione per la parte laboratoriale.

Potranno essere previste per gli studenti frequentanti forme di esercitazione, approfondimenti e discussioni anche in forma seminariale e con l'intervento di ospiti esterni.

Modalità di valutazione della frequenza:

Per questa sezione ("Storia e modelli del giornalismo") non ci sono differenze di programma tra frequentanti e non frequentanti. 

Il docente ha tuttavia aperto la funzionalità (all'interno di questa bacheca elettronica) per l'iscrizione al corso: si invitano gli studenti che frequenteranno a procedere a tale iscrizione, al solo fine di creare una "anagrafica" dei frequentanti che, tuttavia, non ha alcuna ripercussione sulle modalità di esame.

Si ricorda, inoltre, che l'iscrizione e prenotazione agli esami avviene comunque esclusivamente tramite la piattaforma Infostud (una volta che saranno aperte gli appelli).  

Testi d'esame:

Sezione Storia e modelli del giornalismo (prof. Bruno)

1. D.C. Hallin, P. Mancini, Modelli di giornalismo. Mass media e politica nelle democrazie occidentali, Laterza, Roma-Bari, 2004.

 


2. P. Murialdi, Storia del giornalismo italiano. Dalle gazzette a Internet, il Mulino, Bologna, 2014.

Si consiglia la Quarta edizione, anno di pubblicazione 2014: si distingue dalle precedenti (anni 2006 e seguenti) per l'aggiunta di un saggio in Appendice di M. Panarari. (Gli studenti che acquisteranno le precedenti edizioni sono invitati a reperire tale saggio aggiuntivo).

 

Durante il corso potranno essere indicate brevi letture aggiuntive e di approfondimento che, tuttavia, non costituiranno argomento di esame