corso

Numero di crediti :6

Semestre : 2° semestre

Media e società in Italia (1924...)

Settore scientifico disciplinare : L-ART/06 - SPS/08

Numero di crediti :6

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Tuesday, 21 February, 2017

Semestre : 2° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Obiettivi formativi:

Il corso intende offrire un contributo di approfondimento sul tema dei rapporti tra media e società in Italia in una prospettiva storico-sociale. Nel contesto degli studi sulla media/storia, un campo relativamente nuovo e aperto a contributi provenienti da ambiti disciplinari diversi, si ripercorrerà la storia della radio e della televisione, con riferimento ai processi di trasformazione socio-culturale che hanno accompagnato lo sviluppo e definito l'attuale configurazione istituzionale dei due media. In tal modo, si forniranno agli studenti gli elementi di conoscenza indispensabili per comprendere modi di azione, ruoli sociali e dinamiche di trasformazione dei tradizionali media audiovisivi, in relazione ai diversi contesti socio-culturali.

Contenuto e articolazione del corso:

La prima parte del corso illustrerà il processo di costituzione del campo di studi sui rapporti tra media e storia e i termini del pertinente dibattito teorico e metodologico. Particolare attenzione sarà dedicata al ruolo dei media quali fonti per la ricerca, strumenti di narrazione della storia, agenti del cambiamento.

La seconda parte focalizzerà l'attenzione sulla radio e la televisione e sulle diverse fasi di sviluppo di questi media nel contesto italiano, prendendo di volta in volta in considerazione: il profilo socio-culturale dei due mezzi; le modalità del loro progressivo insediamento nella vita quotidiana; la trasformazione dei rapporti con il potere politico e con il pubblico. Un approfondimento particolare riguarderà il caso della radio fascista e dei suoi rapporti con gli ascoltatori.

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Il corso mira a promuovere:

- maggiore conoscenza della storia dei media - in particolare della radio e della televisione - quale risorsa per meglio comprendere sia la storia della società sia i ruoli, i significati e le configurazioni dei media stessi nella realtà contemporanea;

- consapevolezza critica dei legami di interdipendenza tra media, società e storia, in virtù della legittimazione dei media quali repertorio di memoria e identità collettive e quali agenti del cambiamento;

- capacità di cogliere e interpretare la dimensione simbolica dei prodotti mediali, alla luce dei molteplici ruoli che i media hanno assunto e possono assumere in relazione a diversi contesti storici, sociali e culturali.

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Conoscenza di base della storia e della sociologia dei media.

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

La verifica dell'apprendimento si effettuerà periodicamente, attraverso momenti riepilogativi dei contenuti delle lezioni.

La prova d'esame, per studenti frequentanti e non frequentanti, è orale e verterà sui testi obbligatori del programma di corso.

La prenotazione all'esame dovrà essere effettuata tramite Infostud. Gli studenti prenotati che non intendano più sostenere l'esame dovranno annullare la prenotazione oppure inviare una email al docente entro i termini di scadenza delle prenotazioni stesse.

A chi è rivolto il corso:

- Laurea triennale in Comunicazione, tecnologie e culture digitali 2016/17- III anno

- Laurea triennale in Scienze e Tecnologie della Comunicazione ex 509 - III anno -

- Laurea quinquennale in Scienze della Comunicazione

Come ottenere la tesi:

La tesi sarà assegnata previa presentazione di un progetto di tesi in cui siano sinteticamente esplicitati: le premesse teoriche del tema, gli obiettivi conoscitivi, le modalità di trattazione, una bozza di indice e una prima bibliografia di riferimento.

Metodi didattici:

Lezioni frontali, con uso di documenti scritti e audiovisivi. Sono previsti interventi di ospiti esterni.

Modalità di valutazione della frequenza:

È richiesta l'iscrizione al corso, che sarà aperta fino al 2 marzo 2017. 

Nel corso di ogni lezione, verranno prese le firme di presenza. Gli studenti che avranno frequentato i 2/3 delle lezioni potranno concordare con la docente un programma per i frequentanti.

Testi d'esame:

1) Monteleone, Storia della radio e della televisione in Italia. Un secolo di costume, società e politica, Venezia, Marsilio, 1992 (ed. agg. 2005 e successivi)

2) A.L. Natale, Gli anni della radio (1924-1954), Napoli, Liguori, 1990 (rist. 2004)

3) E. Menduni, Televisione e società italiana 1975-2000, Milano, Bompiani, 2002 (rist. 2004)

 

NB

- Gli studenti dell'ordinamento 509 porteranno il testo di Monteleone e, a scelta, uno degli altri due testi.

- Gli studenti della quinquennale porteranno in aggiunta il seguente testo:  D. Forgacs, S. Gundle, Cultura di massa e società italiana 1936-1954, Bologna, Il Mulino, 2007 (esclusi il Capitolo II della Parte prima, pp. 97-134, e la Parte terza, pp. 273-375).

 

 Testi per eventuali approfondimenti:

- F. Anania, Breve storia della radio e della televisione in Italia, Carocci, 2004

- F. Barbier, C. Bertho Lavenir, La storia dei media. La comunicazione da Diderot a Internet, Christian Marinotti Edizioni, 2002

- A. Bisogno, La storia in tv. Immagine e memoria collettiva, Carocci, 2008

- A. Briggs, P. Burke, Storia sociale dei media. Da Gutenberg a Internet, Il Mulino, 2005

- M. Buonanno, L’età della televisione. Esperienze e teorie, Laterza, 2006

- M. Buonanno (a cura di), Tempo di fiction. Il racconto televisivo in divenire, Liguori, 2013

- Z. Ciuffoletti, E. Tabasso, Breve storia sociale della comunicazione, Carocci, 2007

- L. Gorman, D. Mclean, Media e società nel mondo contemporaneo, Il Mulino, 2005

- A. Grasso (a cura di), Fare storia con la televisione. L’immagine come fonte, evento, memoria, Vita e Pensiero, 2006

- G. De Luna, L'occhio e l'orecchio dello storico. Le fonti audiovisive nella ricerca e nella didattica della storia, La Nuova Italia, 2000

- G. De Luna, La passione e la ragione. Fonti e metodi dello storico contemporaneo, La Nuova Italia, 2001

- G. Gili, A. L. Natale, Immagini di realtà. L'informazione d'attualità nella televisione pubblica e privata (1988-1994), Franco Angeli, 1995

- J. Jeanneney, Storia dei media, Editori Riuniti, 1996

- D. Hendy, La radio nell’era globale, Editori Riuniti, 2002

- M. Morcellini (a cura di), Il Mediaevo italiano. Industria culturale, tv e tecnologie tra XX e XXI secolo, Carocci, 2005

-  E. Menduni, I linguaggi della radio e della televisione, Laterza, 2006 (ed. agg.)

-  F. Monteleone (a cura di), Televisione ieri e oggi. Studi e analisi sul caso italiano, Marsilio, 2006

- A.L. Natale, Reinventare la tradizione. Novità e ripetizione nella fiction tv in Italia, Mediascape, 2004

- P. Ortoleva, Un ventennio a colori. Televisione privata e società in Italia (1975-1995), Giunti, 1995

- P. Ortoleva, Il secolo dei media. Riti, abitudini, mitologie, Il Saggiatore, 2009

- P. Sorlin, L'immagine e l'evento. L'uso storico delle fonti audiovisive, Paravia,1999  

 

Materiali del corso: