corso

Numero di crediti :9

Semestre : 1° semestre

Comunicazione per il management d'impresa (A-E)

Settore scientifico disciplinare : SPS/08

Numero di crediti :9

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Wednesday, 19 September, 2018

Semestre : 1° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Docenti:
Collaboratori:
Obiettivi formativi:

Obiettivo del corso è approfondire il ruolo della comunicazione nel governo dell’impresa contemporanea a partire dai principali modelli teorici in relazione alle politiche del management e ai più avanzati paradigmi di comunicazione organizzativa e integrata.

Contenuto e articolazione del corso:

Le lezioni si svolgono il martedì dalle 16.00 alle 19.00 e il mercoledì dalle 17.00 alle 20.00 in aula Blu4 (Città Universitaria) a partire dal 19 settembre 2018.

Dopo un breve excursus teorico sull’evoluzione dei principi e dei modelli gestionali e comunicativi, il corso approfondisce i più avanzati paradigmi della comunicazione d’impresa anche attraverso l’analisi di case studies e la sperimentazione di metodi e tecniche per la definizione delle fasi di pianificazione di azioni comunicative.

Gli studenti dovranno dimostrare, attraverso esercitazioni e simulazioni, la capacità di affrontare situazioni di pianificazione, di gestione della comunicazione aziendale online, come anche di risoluzione di crisi e di emergenze comunicative, la propensione a gestire la complessità e a prendere posizioni mediante l’uso di problem solving. L’analisi di casi concreti e l’applicazione del sapere a situazioni operative specifiche mediante la progettazione di processi comunicativi è funzionale a verificare la capacità di comprensione e di rielaborazione delle tecniche e delle strategie apprese, a dimostrare l’autonomia di giudizio e la capacità di gestione dei processi di comunicazione.

Nello specifico, il corso è organizzato in tre moduli complementari e intersecanti fra loro:

1 – Approcci teorici e discussione di case studies (51 ore) volto a fornire le conoscenze di base sui fondamenti e sull’evoluzione della disciplina e ad approfondire le  macro-dimensionie in cui si articola la comunicazione d’impresa: corporate communication, brand communication, digital communication, comunicazione economico-finanziaria, comunicazione organizzativa.

2 – Il secondo modulo (15 ore) prevede lo svolgimento di esercitazioni previste alla fine dei moduli dedicati alle macro-dimensioni principali della comunicazione d’impresa

3 – Il terzo modulo (9 ore) prevede l’impostazione e la realizzazione di un project work in cui sperimentare le conoscenze apprese.

DATA

ORARIO

ARGOMENTO

1

Mercoledì 19 settembre 2018

17-20

Lezione introduttiva

2

Martedì 25 settembre

16-19

La comunicazione d’impresa: paradigmi, assunti, culture e modelli organizzativi

3

Mercoledì 26 settembre

17-20

Social Enterprise

4

Martedì 2 ottobre

16-19

… e social media management

5

Mercoledì 3 ottobre

17-20

L’impostazione del project work

6

Martedì 9 ottobre

16-19

Tecniche di conversazione online

7

Mercoledì 10 ottobre

17-20

ESERCITAZIONEsul social media management

8

Martedì 16 ottobre

16-19

La comunicazione istituzionale: Corporate communication

9

Mercoledì 17 ottobre

17-20

La cultura aziendale e le relazioni di mercato

10

Martedì 23 ottobre

16-19

La comunicazione istituzionale: Public Affairs e Responsabilità sociale d’impresa

11

Mercoledì 24 ottobre

17-20

La comunicazione istituzionale: Crisis Management

12

Martedì 30 ottobre

16-19

La comunicazione di marketing e il marketing communication mix

13

Mercoledì 31 ottobre

17-20

ESERCITAZIONEsulla comunicazione istituzionale

14

Martedì 6 novembre

16-19

Country branding e approcci strategici al mercato internazionale

15

Mercoledì 7 novembre

17-20

ESERCITAZIONEsulla comunicazione di marketing

16

Martedì 13 novembre

16-19

La comunicazione economico-finanziaria

17

Mercoledì 14 novembre

17-20

Il project work: lavori in corso

18

Martedì 20 novembre

16-19

Il comportamento organizzativo: procedure, motivazioni e dinamiche relazionali

19

Mercoledì 21 novembre

17-20

ESERCITAZIONEsulla comunicazione economico-finanziaria

20

Martedì 27 novembre

16-19

Change Management: tecniche e strategie di comunicazione tra cambiamento e conflitto

21

Mercoledì 28 novembre

17-20

Employer branding management

22

Martedì 4 dicembre

16-19

Diversity Management

23

Mercoledì 5 dicembre

17-20

ESERCITAZIONEsulla comunicazione organizzativa

24

Martedì 11 dicembre

Mercoledì 12dicembre

16-19

Presentazione e discussione dei project work

 

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Il corso intende fornire conoscenze e competenze avanzate per la gestione delle attività comunicative funzionali alla governance e al management di un’organizzazione: dallo sviluppo della comunicazione integrata alla valorizzazione delle iniziative attuate sul territorio, dall’incentivazione di partnership e sponsorship alla creazione di reti volte alla diffusione di solidarietà sociale, dalla gestione di eventi alle differenti e innovative forme di promozione, ecc. Il corso intende fornire, inoltre, indicazioni relative a strategie e soluzioni applicative innovative, anche attraverso lo studio di case histories. Nel dettaglio, i risultati di apprendimento attesi, coerentemente con gli obiettivi indicati, intendono fornire: 1. un bagaglio di conoscenze e competenze avanzate nel settore della comunicazione d’impresa facendo in modo che lo studente arrivi a posssedere: 2. un'approfondita conoscenza e capacità di comprensione dei processi e dei contenuti dell'organizzazione, della comunicazione e delle relazioni d'impresa; 3. conoscenze e competenze necessarie allo svolgimento di attività di pianificazione, progettazione e gestione dei processi comunicativi sia offline che online; 4. competenze necessarie alla gestione integrata di corporate e di brand communication, anche in relazione agli aspetti che integrano la comunicazione integrata con i profili di Corporate Social Responsibility; 5. adeguate conoscenze metodologiche finalizzate a elaborare strumenti per la raccolta e l'analisi dei dati riguardanti fabbisogni e comportamenti degli utenti e dei consumatori, degli stakeholder e dei competitor; 6. conoscenze e competenze metodologiche e tecnico-operative per la redazione di piani di comunicazione d’impresa; - conoscenze e competenze avanzate relative alle diverse dimensioni della comunicazione d’impresa: comunicazione economico-finanziaria e di corporate, di crisis management, diversity management, change management, ecc. In termini applicativi, al termine del corso, gli studenti dovranno: 1. saper organizzare, coordinare e gestire la comunicazione organizzativa e saper negoziare e gestire le relazioni con istituzioni, enti pubblici, organizzazioni profit e no profit a livello locale, nazionale e internazionale; 2. saper ideare, progettare e gestire piani e campagne di comunicazione d’impresa; 3. possedere abilità metodologiche idonee alla gestione dei flussi di comunicazione interna e esterna; 4. possedere le competenze necessarie per l'uso delle tecnologie digitali della comunicazione per la gestione dei processi di comunicazione con i diversi target di utenti potenziali ed effettivi; 5. possedere spiccate abilità nel coordinare, organizzare e gestire relazioni e processi comunicativi sia all'interno delle organizzazioni sia tra gli stakeholder; 6. saper valutare l'efficacia delle azioni e apportare i relativi "aggiustamenti" in corso d'opera e fronteggiare gli “imprevisti” (crisis management); Il corso intende consentire lo sviluppo di un’autonomia di giudizio. In particolare, sviluppare capacità di: 1. lettura critica delle trasformazioni e dei processi che definiscono il contesto in cui opera un’azienda e le diverse variabili intervenienti che incidono sull’ambiente e sul sistema impresa mediante una conoscenza accurata degli aspetti organizzativi, economici, tecnologici e sociali; 2. raccolta e valutazione delle informazioni da esaminare, valutare e monitorare per stimare i livelli di fattibilità e di efficacia delle azioni previste e intraprese; 3. formulare giudizi in merito all'efficacia dei modelli gestionali e dei processi comunicativi relazionali, mediatici e della comunicazione digitale; 4. stimare l'efficacia delle azioni di comunicazione per individuare processi, tecniche e strumenti più idonei; 5. saper prendere decisioni per la realizzazione di progetti di comunicazione integrata d’impresa. Tra le principali abilità comunicative sviluppate durante il corso vi sono: 1. saper comunicare in maniera efficace, differenziando tecniche e strategie in virtù dei diversi attori di riferimenti: management, risorse umane, clienti potenziali ed effettivi, stakeholders, istituzioni ed enti governativi, no profit, competitors; 2. saper discutere problemi e soluzioni, applicare tecniche di negoziazione e problem solving; 3. saper presentare e promuovere progetti, prodotti dell’azienda; 4. saper confezionare contenuti; 5. saper ascoltare partner, competitor e stakeholder per ottimizzare la collaborazione con i diversi attori coinvolti in fase di organizzazione dell'evento. Infine, il corso intende contribuire a sviluppare la capacità autonoma di apprendimento, soprattutto per: 1. sviluppare un metodo di studio e di lavoro attraverso cui svolgere in modo autonomo ricerche e approfondimenti sia per la propria formazione che per il proprio aggiornamento; 2. avere la capacità di accrescere le proprie conoscenze, come forma di aggiornamento continuo, attraverso momenti di sperimentazione di gruppo e spazi autonomi di studio, ricerca e progettazione; 3. saper consultare fonti bibliografiche, sia in italiano sia in inglese, per aggiornare le proprie competenze; 4. saper individuare gli strumenti più avanzati per la misurazione e la valutazione delle azioni di comunicazione, a partire dalla conoscenza dei modelli e delle tecniche più attuali; 5. avere la capacità di raffinare le tecniche relazionali e negoziali in base all'esperienza e al confronto sul campo.

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Il corso richiede una preparazione propedeutica, poiché si tratta di un insegnamento avanzato, che poggia sulle conoscenze di base della comunicazione.

Per chi non avesse mai sostenuto un esame di comunicazione nel corso di laurea triennale, si consiglia ll'approfondimento di uno dei seguenti manuali:

Livolsi M., Manuale di Sociologia della comunicazione, Laterza, Roma-Bari, 2007

McQuail D., Sociologia dei media, Il Mulino, Bologna, 2007

Morcellini M., Comunicazione e media, Egea, Milano 2013

Volli U., Il nuovo libro della comunicazione. Che cosa significa comunicare: idee, tecnologie, strumenti, modelli, Il Saggiatore, Milano, 2010

Wolf M., Gli effetti sociali dei media, Bompiani, Milano 1992

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

Il giudizio finale è il risultato di una serie di valutazioni finalizzate a verificare i diversi risultati di apprendimento:

Valutazione in itinere: Ogni esercitazione prevede invece una valutazione la cui media complessiva vale fino a un massimo di 5 punti articolato nel seguente modo:

A (5): prova che risulta molto buona e approfondita nella gran parte della trattazione o buona, ma con spunti originali e di approfondimento in alcune parti che denotano anche autonomia di giudizio e capacità di consultazione delle fonti.

B (3): prova che risulta nella trattazione complessiva abbastanza buona o con parti molto buone e altre meno approfondite;

C (2): prova che risulta discreta nella maggior parte della trattazione ma poco approfondita in alcune parti, o con alcune parti buone e altre incomplete o non sviluppate;

D (1): prova che risulta prevalentemente generica nella maggior parte della trattazione oppure incompleta o con risposte insufficienti in molte parti;

E (0): prova che risulta fuori tema e/o generica e incompleta in tutte le sue parti.

La valutazione del project work: avviene al termine del corso, in seguito a una presentazione in aula. Il punteggio attribuito vale fino a un massimo di 10 punti, articolato inel seguente modo: A (9-10) – B (6-8) – C (3-5) – D (2-4) - E(0-1)

La prova scritta con risposte aperte prevede un insieme di domande aperte, ponderate rispetto ai risultati di apprendimento attesi. Il punteggio attribuito vale fino a un massimo di 20 punti, articolato nel seguente modo:

Voto fino a 5: scarso

Voto da 6 a 10: insufficiente

11: non del tutto sufficiente

12: appena sufficiente

13: sufficiente

14: più che sufficiente

15: pienamente sufficiente

16: quasi discreto

17: discreto

18: buono

19: più che buono

20: ottimo

La valutazione finale è data dalla somma dei punteggi ottenuti dalle diverse prove. Per gli studenti non frequentanti è previsto la sola prova scritta con valutazione in trentesimi.

 

Per agevolare un’ottimale gestione della didattica, gli studenti prenotati all’appello che intendano rinunciare all’esame sono tenuti a cancellarsi formalmente e/o a comunicarlo tempestivamente ai docenti. In caso di mancata comunicazione della rinuncia all’esame, gli studenti non saranno ammessi all’appello successivo, anche se di sessione differente.

A chi è rivolto il corso:

Studenti del primo anno del corso di laurea magistrale in Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa (canale A-E).

Per motivi logistici e organizzativi, gli studenti sono tenuti a rispettare l'appartenenza al canale in base alla distribuzione alfabetica. Eventuali esigenze di cambio di canale dovranno essere motivate e, in ogni caso, vincolate all'effettiva frequenza delle lezioni da parte degli studenti che ne facciano richiesta ai docenti.

Come ottenere la tesi:

Gli studenti potranno richiedere un appuntamento via mail per la presentazione di proposte e progetti di tesi, verificando preventivamente le modalità di assegnazione di seguito indicate:

§ frequenza di almeno un corso ufficiale tenuto dal relatore;

§ frequenza documentata del Laboratorio tesi di laurea e orientamento al lavoro;

§ redazione di un sintetico progetto di tesi (5-7 cartelle circa), che dovrà essere presentato personalmente al docente durante l’orario di ricevimento per l’approvazione e l’assegnazione di un tutor.

L’elaborato dovrà includere: titolo provvisorio della tesi, abstract e schema/indice dei contenuti, bibliografia minima di riferimento e Curriculum> del candidato; ad esso dovrà essere inoltre allegato il personale portfolio delle competenze dello studente, elaborato nell’ambito del sopra menzionato Laboratorio tesi di laurea e orientamento al lavoro; partecipazione alle attività culturali e di approfondimento proposte dalla cattedra.

Si consiglia vivamente anche la partecipazione ad almeno una delle attività di ricerca proposte dalla cattedra.

(per i quinquennalisti) la biennalizzazione dell’esame, con un programma concordato ad hoc con il relatore.

ELENCO DI TEMATICHE PROPOSTE DALLA CATTEDRA: 1. Processi di costruzione e definizione della corporate identity 2. Modelli e applicazioni dello Human engagement nella gestione delle risorse umane 3. Lo sviluppo del people management nella cultura organizzativa 4. Modelli di leadership e dinamiche di emporwement 5. La gestione della corporate communication: flussi, strumenti e modalità operative 6. L’incontro tra domanda e offerta di lavoro: andamenti del mercato e attese delle organizzazioni 7. Skills e competenze comunicative: i fabbisogni delle imprese 8. Il CV ai tempi della rete: lessico, funzioni, strategie di confezionamento e attese aziendali 9. Approcci e tendenze del Diversity management 10 Il ruolo della comunicazione nell'Employer Branding Management Attenzione:

Per poter ottenere l'autorizzazione alla discussione, la tesi deve essere stata compilata e approvata in tutte le sue parti almeno tre mesi prima della discussione

Metodi didattici:

Le attività didattiche sono organizzate nel seguente modo:

- Lezioni frontali (33 ore) finalizzate all’acquisizione delle conoscenze e alla capacità di apprendere;

- Discussione e analisi di casi con esercizi individuali e/o di gruppo (15 ore): finalizzate a verificare la capacità di comprensione e a sviluppare l’autonomia di giudizio e le capacità applicative;

- Esercitazioni di gruppo (15 ore); finalizzate a sviluppare l’autonomia di giudizio, le capacità applicative e le abilità comunicative;

- Impostazione e verifica dell’avanzamento dei lavori di gruppo (9 ore): finalizzate a sviluppare l’autonomia di giudizio, le abilità comunicative, le capacità applicative e la capacità di apprendere.

Modalità di valutazione della frequenza:

Per gli strudenti frequentanti, è obbligatoria la frequenza in aula per le seguenti attività:

esercitazioni e impostazione e verifica del project work.

 

 

Testi d'esame:

PROGRAMMA PER STUDENTI NON FREQUENTANTI

1- Un testo a scelta fra: Mazzei A., Strategia e management della comunicazione d'impresa. Relazioni e sense-making per gestire e competere, FrancoAngeli, Milano, 2015; oppure Romoli Ventura R., Casalegno C., De Palma P., Comunicazione integrata e PR: istruzioni per l’uso, FrancoAngeli, Milano, 2014.

2- Kreitner R., Kinicki A., Comportamento organizzativo, Apogeo, Milano, 2015 (cap. 2-3-4-10-13-16-17).

3- Un testo a scelta fra: Trevisani D., Strategie di comunicazione e marketing. Un metodo in 12 punti per campagne di comunicazione persuasiva, FrancoAngeli, Milano, 2017; Prunesti A., Social media e comunicazione di marketing: presidiare la Rete, costruire relazioni e acquisire clienti innovando l'esperienza utente, FrancoAngeli, Milano, 2016; Martino V., Dalle storie alla storia d’impresa. Memoria, comunicazione, heritage, Bonanno Editore, Roma, 2013; Prunesti A., Social enterprise 2.0. Modelli organizzativi e gestione dei social media per l'innovazione in azienda, FrancoAngeli, Milano, 2010.

4- Due articoli sui temi della comunicazione d’impresa tratti da testi e/o riviste scientifiche internazionali a scelta dello studente e da concordare con il docente.

PROGRAMMA PER STUDENTI FREQUENTANTI

1 – Dispense del corso fornite dal docente.

2- Un testo a scelta fra: Mazzei A., Strategia e management della comunicazione d'impresa. Relazioni e sense-making per gestire e competere, FrancoAngeli; Romoli Ventura R., Casalegno C., De Palma P., Comunicazione integrata e PR: istruzioni per l’uso, FrancoAngeli, Milano, 2014; Milano, 2015, oppure Kreitner R., Kinicki A., Comportamento organizzativo, Apogeo, Milano, 2015 (cap. 2-3-4-10-13-16-17).

3- Due articoli sui temi della comunicazione d’impresa tratti da testi e/o riviste scientifiche internazionali a scelta dello studente e da concordare con il docente.

4- Realizzazione di un project work che verrà definito in aula durante il corso.

 

Articoli che possono essere portati all'esame senza la necessità di doverli concordare:

1. Ahmad M. H., et al. Trust in management, communication and organisational commitment: Factors influencing readiness for change management in organisation. In: AIP Conference Proceedings. AIP Publishing, 2017.

2. Ashley, C., & Tuten, T., Creative strategies in social media marketing: An exploratory study of branded social content and consumer engagement, Psychology & Marketing, 2015

3. Brunton M., Eweje G., Taskin N., Communicating Corporate Social Responsibility to Internal Stakeholders: Walking the Walk or Just Talking the Talk?, Business Strategy and the Environment, 2017

4. Carstens, J. G., & De Kock, F. S. Firm-level diversity management competencies: development and initial validation of a measure. The International Journal of Human Resource Management, 2017 (vale 2 saggi)

5. Daniel, Avram Costin. Some Considerations on The Role of Financial Communication Within Corporate Governance. Ovidius University Annals, Economic Sciences Series, 2017.

6. Drutsa, A., Gusev, G., & Serdyukov, P. Future user engagement prediction and its application to improve the sensitivity of online experiments. In Proceedings of the 24th International Conference on World Wide Web (pp. 256-266). International World Wide Web Conferences Steering Committee, 2015.

7. Fen Lee L.; Hutton A.P. Y Shu S. (2015). The Role of Social Media in the Capital Market: Evidence from Consumer Product Recalls. (Vale 2 saggi)

8. Hassan, S., Nadzim, S. Z. A., & Shiratuddin, N. Strategic use of social media for small business based on the AIDA model. Procedia-Social and Behavioral Sciences, 2015.

9. Hoban, P. R., & Bucklin, R. E. Effects of internet display advertising in the purchase funnel: Model-based insights from a randomized field experiment. Journal of Marketing Research, 2015 (vale 2 saggi).

10. Hollebeek, L. D., Conduit, J., & Brodie, R. J. Strategic drivers, anticipated and unanticipated outcomes of customer engagement. Journal of Marketing Management, 2016.

11. Huang, Y., Singh, P. V. & Ghose, A. A structural model of employee behavioral dynamics in enterprise social media. Management Science, 2015. (Vale 2 saggi).

12. Kraus S., Meier F., Eggers F., Bouncken R. B., & Schuessler F. Standardisation vs. adaption: a conjoint experiment on the influence of psychic, cultural and geographical distance on international marketing mix decisions. European Journal of International Management, 2016 (vale 2 saggi).

13. Longinos M., Cuestas P.J., Román S., Determinants of consumer attributions of corporate social responsibility. Journal of Business Ethics 2016.

14. Mazza B,, La comunicación financiera responsable a través de Internet y de las redes sociales, 2015

15. Mazza B., The employees as corporate spokesperson in web2.0: approaches and strategies of social media policy, in De los medios y la comunicación de las organizaciones a las redes de valor. Actas del II Simposio de la Red Internacional de Investigación de de Gestión de la Comunicación (XESCOM, Quito - 2016), Edición de la Red Internacional de Investigación de Gestión de la Comunicación (XESCOM) y los Departamentos de Ciencias de la Comunicación y Ciencias Empresariales de la Universidad Técnica Particular de Loja (UTPL), 2016

16. Mazza B., Estrategias de Gestión Humana 2.0: desde el employer branding a su reclutamiento y la retención, 2014 (vale 2 saggi)

17. Mirbabaie M., Stieglitz S., Eiro M.R. Twitter during a Corporate Crisis, 2017.

18. Neugebauer, F., Figge, F. & Hahn, T.: Planned or emergent strategy making? Exploring the formation of corporate sustainability strategies, Business Strategy and the Environment, 2016

19. Tidwell M. Preparing for the coming storm: Exploring interactions between corporate values and crisis management, 2016.

20. 20. MAZZA, Barbara, and Alessandra PALERMO. "Social media content for business and user engagement on Facebook. ESSACHESS–Journal for Communication Studies 11.1 (21) (2018): 49-73.

ALCUNE RIVISTE CONSULTABILI PER LA RICERCA DI SAGGI DI RECENTE PUBBLICAZIONE:

A European Review Academy of Management

Journal Academy of Management Review

American sociological Review British

Journal of Industrial Relations

British Journal of Management

Business and Management Sciences

International Quarterly Review Business

Horizons Communication Research Contemporary

Accounting Research Corporate governance: An International Review

Corporate Social Responsibility and Environmental Management Entrepreneurship: Theory & Practice

European Journal of Communication

Group & Organization Management Human Relations

Human Resource Management

Industrial Marketing Management

International Business Review

International Journal of Human Resource Management

International Journal of Research in Marketing International

Journal of Strategic Communication

Journal of Accounting and Economics

Journal of Accounting Research

Journal of Business Research

Journal of Communication

Journal of Computer‐Mediated Communication

Journal of corporate Finance

Journal of Information Systems

Journal of Management

Leadership & Organization Development

Journal Organizational Processes and Performance. Management Science

Review of Accounting Studies

Social Science Computer Review

Strategic Management Journal

Materiali del corso:
  1. PDF icon A Structural Model of Employee Behavioral.pdf
  2. PDF icon Communicating Corporate Social Responsibility to Internal Stakeholders.pdf
  3. PDF icon Creative Strategies in Social Media.pdf
  4. PDF icon Determinants of Consumer Attributions of Corporate Social.pdf
  5. PDF icon Effects of Internet Display Advertising in the Purchase Funnel.pdf
  6. PDF icon Estrategias de Gestión Humana 2.0.pdf
  7. PDF icon Firm-level diversity management competencies.pdf
  8. PDF icon Future user engagement prediction and its application to improve the sensitivity of online experiments.pdf
  9. PDF icon IronyOff-UnderstandingtheUsageofIronyonTwitterduringaCorporateCrisis.pdf
  10. PDF icon La comunicación financiera responsable a través de Internet y de las redes.pdf
  11. PDF icon Planned or emergent strategy making.pdf
  12. PDF icon Preparing for the coming storm Exploring interaction between corporate values and crisis management.pdf
  13. PDF icon Some Considerations on The Role of Financial communication.pdf
  14. PDF icon Standardisation vs. adaption.pdf
  15. PDF icon Strategic drivers, anticipated and unanticipated outcomes of customer engagement.pdf
  16. PDF icon Strategic Use of Social Media for Small Business Based on the AIDA Model.pdf
  17. PDF icon The employees as corporate spokesperson in web2.0_Mazza_29luglio16.pdf
  18. PDF icon The Role of Social Media in the Capital Market.pdf
  19. PDF icon Trust in Management, Communication and Organisational.pdf
  20. PDF icon socialmediacontentforbusiness (2).pdf