corso

Numero di crediti :6

Semestre : 1° semestre

Sociologia dei Processi Culturali

Settore scientifico disciplinare : SPS/08

Numero di crediti :6

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Friday, 21 September, 2018

Semestre : 1° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Collaboratori:
Obiettivi formativi:

L’obiettivo generale del corso è dotare gli studenti dei principali strumenti teorico-concettuali della disciplina affinché questi siano in grado di comprendere chiaramente le relazioni che intercorrono tra struttura sociale e produzione simbolica.

La sociologia dei processi culturali rientra tra le scienze sociali e in quanto tale è un sapere volto a formare un soggetto critico, ossia capace di autonomia di giudizio e consapevole delle dinamiche di potere e dei processi politico, economici, culturali che forgiano la realtà sociale in cui viviamo.

 

Contenuto e articolazione del corso:

Il corso è incentrato sulle diverse definizioni di cultura, sul rapporto che intercorre tra struttura sociale e produzione simbolica, e sulle prospettive teoriche e metodologiche utili alla realizzazione di ricerche sulle recenti trasformazioni socioculturali. Il corso si articola in due moduli, di 12 lezioni ciascuno, per un totale di 24 lezioni e 48 ore.

Nel primo modulo (12 lezioni: 24 ore) sono illustrati i concetti di base della disciplina, quali cultura, sistema culturale, mediazione simbolica, norme, valori, credenze, simboli, nonchè i principali paradigmi sociologici che esaminano i processi culturali. Questa parte del corso è dedicata anche a comprendere in cosa consista il senso comune.

Il secondo modulo (12 lezioni: 24 ore) è incentrato sul processo di costruzione e conoscenza della realtà sociale. Dopo aver illustrato i principali aspetti della socializzazione e il ruolo del linguaggio come strumento di costruzione dell'identità e di rappresentazione e comunicazione sociale, il corso esamina prima il rapporto esistente tra ideologia e senso comune, per poi giungere ad evidenziare la complessa relazione tra stratificazione sociale e ricezione culturale da parte dei soggetti.

 

 

 

 

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

L’insegnamento è finalizzato allo sviluppo delle conoscenze relative alla formazione, riproduzione e trasformazione della cultura nella società. 

Nello specifico il corso mira a:

trasmettere conoscenze utili a un’analisi critica dei fenomeni socio-culturali, finalizzata a superare la semplificazione prodotta dai media tradizionali e nuovi (Descrittore di Dublino: Conoscenza e capacità di comprensione); 

insegnare ad applicare empiricamente alcune conoscenze teoriche nell’analisi di specifici contesti sociali ed oggetti culturali (Descrittore di Dublino: Utilizzazione delle conoscenze e comprensione);

aiutare gli studenti ad esprimere giudizi autonomi rispetto agli stereotipi che comunemente orientano l’interpretazione delle trasformazioni socio-culturali collegabili all’intensificazione della globalizzazione economica e alla rivoluzione digitale (Descrittore di Dublino: Autonomia di giudizio); 

trasmettere un linguaggio specialistico, che potrà migliorare la capacità di parlare in pubblico da parte degli studenti (Descrittore di Dublino: Abilità comunicative);

portare gli studenti a costruire un bagaglio culturale che consentirà loro di apprendere nei corsi successivi ulteriori conoscenze attinenti alle scienze sociali e della comunicazione (Descrittore di Dublino: Capacità di apprendimento).

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Non vi sono prerequisiti o propedeuticità. 

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

Vi sono due opzioni per sostenere l'esame:

a)     Esame orale approfondito per chi non partecipa o non supera le prove intercorso;

b)    Due prove intercorso (alla seconda prova si ha accesso se si raggiunge un voto sufficiente nella prima prova): la prima prova verterà sui temi affrontati nei capp. 1, 2,3 e parte del cap. 7 del testo di Sciolla; la seconda prova (a fine corso) verterà sul resto del programma (capp. 4, 5, 6, parte del 7, e parte del testo di Berger e Luckmann); dopo le due prove (se superate), vi è un colloquio finale (su parte del testo di Berger e Luckmann, secondo modalità che saranno chiarite lungo il corso).

Nb. Le prove intercorso vertono anche sulle slides illustrate a lezione.

A chi è rivolto il corso:

Il corso è rivolto agli studenti di Comunicazione Pubblica e d'Impresa (L-20) e, per fruizione, agli studenti di: Lingue, Culture, Letterature, Traduzione (L-11), Scienze Storiche. Medioevo, età moderna, età contemporanea (LM-84); Scienze Storiche e Religiose (LM-64).

 

Come ottenere la tesi:

Gli studenti possono chiedere la tesi presentando a ricevimento una proposta scritta di una decine di righe su un tema di loro interesse da valutare insieme al docente. 

Qui sotto si riportano i temi di cui si occupa il docente nella sua attività di ricerca o sui quali vi è maggiore disponibilità:

Aspirazioni professionali, significato attribuito all'istruzione e percorsi formativi dei giovani; Identità e condizione dei lavoratori della conoscenza (i knowlege workers: es. comunicatori, pubblicitari, etc.); globalizzazione e orientamento universalista; multiculturalismo e riconoscimento delle diversità; il ruolo dell'educazione nella formazione di un sapere critico e nella promozione della democrazia; tensione tra pluralismo culturale e omologazione all'epoca del turbo-capitalismo; stili di vita, opinioni politiche e condizione sociale.

 

Oltre alle lauree triennali, il docente si rende disponibile anche a seguire tesi di laurea magistrale.

Metodi didattici:

Lezioni frontali, impiego di slides, esercitazioni, prove intercorso.

Modalità di valutazione della frequenza:

La frequenza non è obbligatoria, ma è consigliata. In particolare, a lezione sono illustrate slides che servono a comprendere meglio le problematiche del corso e ad apprendere in maniera più chiara e tempestiva quanto riportato nei testi. Le slides costituiscono un'opportunità e una risorsa per chiunque volesse partecipare alle prove intermedie di esonero parziale.

 

Testi d'esame:

L. Sciolla, Sociologia dei Processi Culturali, il Mulino, Bologna, 2012

P. Berger, T. Luckmann, La costruzione sociale della realtà, il Mulino, Bologna, 2010 (o edizioni differenti: l'opera originale, in inglese, è del 1966).