corso

Numero di crediti :9

Semestre : 2° semestre

SEMIOTICA DELLA CITTÀ E DEI LUOGHI DEL CONSUMO

Settore scientifico disciplinare : MFIL05

Numero di crediti :9

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Tuesday, 26 February, 2019

Semestre : 2° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Docenti:
Obiettivi formativi:

Il corso intende fornire agli studenti metodi e contenuti per comprendere la struttura della città contemporanea come spazio di tensione fra dimensione pubblica e privata, fra conservazione e mutamento, sotto il profilo delle dinamiche comunicative e del consumo, utilizzando gli strumenti concettuali e metodologici sviluppati nell'ambito delle discipline semiotiche. Saranno fornite le competenze necessarie a percepire, rilevare e fissare i flussi comunicativi che si intrecciano nella città, con particolare riferimento a quelli turistici e a quelli legati al consumo, sia culturale, sia commerciale. 

Contenuto e articolazione del corso:

Il corso tratterà i seguenti argomenti: nascita ed evoluzione della semiotica della città; la città come testo urbano e come soggetto/oggetto dei discorsi sociali; la nozione di paesaggio semiotico; le teorie e i metodi di analisi dello spazio (30 ore); l’approccio semiotico integrato al discorso di marca e pubblicitario, con particolare attenzione all’analisi dei luoghi contemporanei del consumo commerciale e culturale e delle pratiche che vi si attuano (30 ore), con approfondimenti di ricerca (12 ore).

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Si analizzerà in particolare l’immagine della città e dei suoi luoghi notevoli, il modo in cui essa si è sedimentata culturalmente e  il modo in cui è veicolata dai vari media, confrontando la sua gestione a livello istituzionale con le pratiche realizzate dalle diverse fasce dei suoi fruitori. Al fine di progettarne una più efficace comunicazione, saranno utilizzate le metodologie dell'osservazione partecipante, dell’analisi testuale e della etnografia semiotica delle pratiche di consumo. Al fine di migliorare le loro capacità critiche e comunicative, durante il corso gli studenti saranno invitati a redigere testi in relazione agli argomenti trattati e agli ospiti incontrati, a tenere esposizioni in aula, a partecipare a laboratori di ricerca personale e a stendere rapporti relativi ai risultati ottenuti.  

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Per la migliore fruizione del corso lo studente dovrebbe avere già frequentato un modulo di base di discipline semiotiche.

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

La verifica di profitto prevede  modalità diverse, sulla base della frequenza degli studenti ai corsi. Nel caso di studenti frequentanti, essi possono accedere a una verifica intermedia atta a valutare l'acquisizione dei principali concetti e metodi relativi al corso. In una seconda fase, gli studenti potranno realizzare progetti di ricerca individuali o collettivi in vista di un'esposizione in aula e una discussione finale per l'assegnazione del voto di profitto. Nel caso di studenti non frequentanti, l'esame avrà la forma di una discussione orale sui libri di testo. I metodi di valutazione adottati tengono conto delle diverse prove in ordine all'attestazione di una acquisizione generale delle competenze individuabile come sufficiente, buona, discreta, approfondita (lode).

A chi è rivolto il corso:

Studenti della laurea magistrale in Organizzazione e marketing per la comunicazione d'impresa e studenti della laurea magistrale in Media, Comunicazione Digitale e giornalismo, in mutuazione

Come ottenere la tesi:

Per ottenere la tesi lo studente deve aver frequentato le lezioni, aver partecipato a uno dei laboratori del corso e aver sostenuto l'esame con una votazione medio-alta. Prima di discutere dell'assegnazione della tesi durante l'orario di ricevimento, lo studente è chiamato a elaborare un progetto di tesi (una-due cartelle word) comprensivo di caso/i di studio e di bibliografia iniziale.

Tematiche di interesse:

Comunicazione nei musei (arti, impresa, didattico-scientifici)

Luoghi del consumo e discorso di marca (analisi di tipo semiotico)

Comunicazione urbana e paesaggi semiotici (analisi di insegne, luoghi pubblici, spazi culturali)

La moda e la città, mode urbane.

Esempi di titoli:

  • Serial moda: Roma e il branding nelle serie televisive
  • Forme di turismo alternativo in città
  • Roma creativa: una mappa social
  • La gastronomia etnica a Roma (focus Corea)
  • Luoghi del consumo in tv: i format su alberghi e ristoranti
  • Pokémon Go: scoprire la città attraverso un gioco e la realtà aumentata
  • L’immagine tra stereotipia e costruzione dell’identità. Il ruolo del visivo nel discorso turistico
 

 

Metodi didattici:

Il modello didattico adottato comprende lezioni frontali, necessarie alla trasmissione degli elementi di riferimento fondamentale del corso; seminari e incontri con esperti, utili all'approfondimento di singoli temi specifici e analisi di casi; lavori di campo, utili alla traduzione delle teorie e dei metodi in prassi di ricerca; lavori di gruppo, utili allo sviluppo di capacità di collaborazione e coordinamento con gli altri studenti; esercitazioni, utili allo sviluppo delle capacità di scrittura e di uso dei programmi informatici.

Modalità di valutazione della frequenza:

Iscrizione al corso, verifica occasionale delle presenze.

Testi d'esame:

TESTO D'ESAME PROPEDEUTICO (PER TUTTI)

Maria Pia Pozzato, Capire la semiotica, Roma, Carocci, 2013.

 

TESTI D'ESAME PER I NON FREQUENTANTI (ESAME DA 9 CREDITI)

Vanni Codeluppi, Metropoli e luoghi del consumo, Roma, Carocci, 2014 

Alice Giannitrapani, Introduzione alla semiotica dello spazio, Roma, Carocci, 2013

Isabella Pezzini, Semiotica dei nuovi musei, Bari-Roma, Laterza, 2011

UN TESTO A SCELTA TRA

Isabella Pezzini, Riccardo Bertolotti, a cura, Viale Togliatti a Roma: una strada in cerca d’Autore. Un’inchiesta semiotica tra paesaggio, pratiche, rappresentazioni, Bologna, Esculapio, 2019 (tutto).

Isabella Pezzini, a cura, Roma in divenire fra identità e conflitti, Roma, Nuova Cultura, 2016 (Introduzione + Un saggio a scelta per ognuna delle 4 parti). Il libro è disponibile presso la libreria Nuova Cultura della Città Universitaria.

 

 

TESTI D'ESAME PER I NON FREQUENTANTI (ESAME DA 6 CREDITI)

Alice Giannitrapani, Introduzione alla semiotica dello spazio, Roma, Carocci, 2013

Isabella Pezzini, Lucio Spaziante, a cura, Corpi mediali. Semiotica e contemporaneità, Pisa, ETS, 2014.

Isabella Pezzini, Vincenza Del Marco, a cura di, Nella rete di Google, Milano, Angeli, 2017.

 

TESTI D'ESAME PER I FREQUENTANTI - ESAME STANDARD

 

ESAME DA 9 CREDITI (Organizzazione e marketing)

Vanni Codeluppi, Metropoli e luoghi del consumo, Roma, Carocci, 2014 

Alice Giannitrapani, Introduzione alla semiotica dello spazio, Roma, Carocci, 2013.

Dispensa di saggi a cura della cattedra

Isabella Pezzini, Semiotica dei nuovi musei, Bari-Roma, Laterza, 2011.

 

TESTI D'ESAME PER I FREQUENTANTI (ESAME DA 6 CREDITI)

Alice Giannitrapani, Introduzione alla semiotica dello spazio, Roma, Carocci, 2013.

Dispensa di saggi a cura della cattedra

Un libro a scelta fra:

Isabella Pezzini, Lucio Spaziante, a cura, Corpi mediali. Semiotica e contemporaneità, Pisa, ETS, 2014.

Isabella Pezzini, Vincenza Del Marco, a cura di, Nella rete di Google, Milano, Angeli, 2017.

 

I FREQUENTANTI CHE PARTECIPANO AI LABORATORI HANNO UN PROGRAMMA D'ESAME PARZIALMENTE DIVERSO, CONCORDATO CON I TUTOR IN BASE ALL'OGGETTO DI RICERCA.

Materiali del corso: