corso

Numero di crediti :6

Semestre : 2° semestre

Regolamentazione dei sistemi mediali ("Internet e diritti")

Settore scientifico disciplinare : IUS/08 Diritto costituzionale

Numero di crediti :6

Tipologia corso:corso

lingua: italiano

Data inizio corso: Monday, 24 February, 2020

Semestre : 2° semestre

Iscrizione al corso : Closed
Docenti:
Collaboratori:
Obiettivi formativi:

Attraverso il corso saranno illustrati e commentati i fondamenti costituzionali e normativi del sistema dei media ed in particolare della disciplina dell'uso di Internet sia come mezzo di comunicazione, sia come spazio di esercizio delle libertà costituzionali. Gli studenti saranno messi in condizione di conoscere gli strumenti con cui, attraverso i media, singoli e gruppi possono attivare efficaci forme di controllo e di orientamento al cambiamento dei centri di potere pubblico. 

Contenuto e articolazione del corso:

Il corso si propone di trattare una parte generale ed una di taglio monografico. I temi affrontati nella prima parte del corso saranno: inquadramento teorico della regolamentazione dei media; costituzionalismo moderno e legittimazione democratica del potere pubblico; principio di sovranità popolare e forme della partecipazione e del controllo; diritti politici e loro strumenti di partecipazione aggregata; attivismo per i diritti e forme di controllo democratico contro l’autoritarismo; diffusione delle conoscenze nella sfera pubblica. I temi trattati per la parte monografica saranno: nozione giuridica di rete; disciplina del sistema dei media in Italia; pluralità e pluralismo dei nuovi media; disciplina di Internet e esercizio dei diritti in Rete; educare alla cittadinanza all’epoca di web; il Regolamento generale per la protezione dei dati personali n. 2016/679 (general Data Protection Regulation o GDPR); la responsabilità delle piattaforme digitali nella gestione e salvaguardia dei dati personali (quali conseguenze delle scelte algoritmiche che guidano il processo di profilazione nella comunicazione politica?) e la questione della responsabilità giuridica nella diffusione di informazioni che alternano il dibattito pubblico nella comunicazione politica e durante le campagne elettorali (es. fake news,  robotrolling, bot, flames e incitamento all'odio).

All’interno del corso saranno offerte lezioni di approfondimento e occasioni di dibattito (su casi pratici e questioni di attualità) con ospiti esterni al Dipartimento. Gli studenti, attraverso il lavoro in aula e lo studio individuale, apprenderanno le basi del metodo scientifico di ricerca giuridica e avranno modo di approfondire molti dei principali argomenti del diritto costituzionale italiano e del diritto comunitario relativi al sistema dei media, ma anche di cogliere le connessioni di contenuto e di metodo con le altre discipline impartite durante il corso

Conoscenze e competenze che saranno acquisite:

Analizzando, nella prospettiva degli studi giuspubblicistici, la regolamentazione, la dottrina e la giurisprudenza relativa alle forme di interazione ed integrazione sociale sperimentate tramite il Web, sarà possibile avvicinare gli studenti al metodo giuridico ed alla sua pratica realizzazione. Ci si propone, inoltre, di mettere in grado gli studenti frequentanti di analizzare alcuni dei principali fatti della cronaca politico-istituzionale e casi giurisprudenziali concreti, mettendoli in relazione con i fondamenti teorici appresi, ma anche stimolarli a cogliere le connessioni di contenuto e di metodo con le altre discipline impartite durante il corso di studi.

Prerequisiti ed eventuali propedeuticità:

Non sono previste formali propedeuticità, ma si presuppone lo studio delle basi delle Istituzioni di diritto pubblico o di materia di  equivalente inserita nella laurea triennale (codici disciplinari di riferimento IUS/09 o IUS/08). Agli studenti frequentanti sarà comunque proposta una specifica formazione di base, all'inizio del corso, per permettere a tutti o l'acquisizione o il recupero delle nozioni giuridiche fondamentali.

Modalità di valutazione dell'apprendimento e prova d'esame:

Per verificare il grado di preparazione in ingresso, sarà impartito un questionario a risposte multiple sui fondamenti del diritto pubblico. Le prove in itinere saranno concordate con i soli studenti iscritti e frequentanti. L'esame finale consiste in una prova orale.

A chi è rivolto il corso:

Il Corso è rivolto agli studenti iscritti al secondo anno del corso Media, comunicazione digitale e giornalismo, indirizzo Media Studies.  Il Corso si articola in 48 ore di docenza frontale ed il superamento dell'esame permette l'acquisizione di 6 CFU. Per essere considerati frequentanti (cfr. programma d'esame) è necessaria l'iscrizione tramite webcattedra. A lezione saranno raccolte le presenze.

Come ottenere la tesi:

Lo studente interessato - anche non frequentante - può proporre al docente una rosa di tre temi, dopo aver sostenuto un breve colloquio preliminare durante il turno di ricevimento.

Metodi didattici:

Le lezioni sono frontali e si avvalgono dell'ausilio degli strumenti multimediali. Agli studenti frequentanti sarnno proposti esercitazioni ed esoneri.

ATTENZIONE: a causa dell'emergenza sanitaria, le lezioni si terranno dal 9 marzo 2020 e fino a nuove disposizioni in modalità videoconferenza (piattaforme Google Meet e Google classroom)

Modalità di valutazione della frequenza:

 L'attenzione e la partecipazione dei frequentanti è sempre sollecitata e, con l'obiettivo di rafforzare l'apprendimento delle nozioni e stimolare l'attenzione degli studenti sulla loro ricaduta pratica nel contesto sociale, all’interno del corso saranno offerte lezioni di approfondimento e occasioni di dibattito (su casi pratici e questioni di attualità) con ospiti esterni al Dipartimento e sarà proposta ai frequentanti una esercitazione pratica (con funzione di esonero di parte del programma) su casi e materiali legati al tema del diritto alla autodeterminazione informatica e della protezione dei dati personali.

Testi d'esame:
PROGRAMMA PER gli studenti FREQUENTANTI:
1) G.E. Vigevani, O. Pollicino, C. Melzi d'Eril e altri, Diritto dell'informazione e dei media, Giappichelli, Torino 2019
2) Il seguente articolo scientifico tratto dal fascicolo n. 2 del 2011 della rivista Costituzionalismo.it, "Diritto e Internet" (reperibile gratuitamente dal sito www.costituzionalismo.it): Paola Marsocci,"Lo spazio di Internet nel costituzionalismo" (https://www.costituzionalismo.it/lo-spazio-di-internet-nel-costituzionalismo/); 
 
PROGRAMMA PER i NON FREQUENTANTI
1) G.E. Vigevani, O. Pollicino, C. Melzi d'Eril e altri, Diritto dell'informazione e dei media, Giappichelli, Torino 2019
2) S. Rodotà, Il mondo nella rete. quali i diritti, quali i vincoli, Laterza 2014;
3) Il seguente articolo scientifico tratto dal fascicolo n. 2 del 2011 della rivista Costituzionalismo.it, "Diritto e Internet" (reperibile gratuitamente dal sito www.costituzionalismo.it): Paola Marsocci, Lo spazio di Internet nel costituzionalismo (https://www.costituzionalismo.it/lo-spazio-di-internet-nel-costituzionalismo/)
 
 
Materiali del corso: